Economia circolare, un’opportunità per reinventare l’industria europea

32

Londra, 25 mag. (Adnkronos) – Il passaggio all’economia circolare “è nel nostro interesse e in quello dei nostri cittadini. E’ una soluzione ovvia alla carenza di risorse naturali e chiaramente è ciò di cui l’ambiente ha bisogno. In una parola, è il futuro”. Inoltre è “una opportunità per reinventare” l’economia europea e la sua industria pesante, “che ha vissuto momenti difficili nella competizione globale”. Lo ha detto Karmenu Vella, commissario europeo all’Ambiente, nel suo intervento al Ft Circular Economy Summit in corso a Londra. L’economia circolare “ha bisogno di investimenti e in questo senso la finanza è uno dei fattori principali di questa transizione.  Abbiamo bisogno di importanti investimenti per facilitare ad esempio la transizione energetica e procedere verso un futuro a basse emissioni di anidride carbonica”.  

Il commissario Ue ha sottolineato che il modello dell’economia circolare, nelle aree e dalle imprese dalle quali è stato adottato, “funziona. E questo mi rende fiducioso che l’economia circolare effettivamente prenderà piede”. E le politiche adottate dall’Unione europea “ci porteranno verso un’economia sostenibile, a bassa emissione di gas inquinanti, capace di usare le risorse in modo efficiente e competitiva a livello globale. Ma anche verso un’economia che crea lavoro a livello locale per ogni tipo di competenza”. Vella ha spiegato che uno dei fattori principali di questa transizione è il design dei prodotti, “che significa evitare i problemi prima che si presentino”. Cosa che “non riguarda la sola efficienza energetica, ma il futuro riciclo dei prodotti, la riparazione e la durata della loro vita”.