Edilizia, agroalimentare e infrastrutture: Campania pronta a investire in Kazakhistan

25

Siamo un Paese giovane in cui c’è da sviluppare tutto, edilizia, infrastrutture, agroalimentare”. E’ cosi’ che l’ambasciatore kazako in Italia, Andrian Yelemessov, presenta a Napoli le opportunità Siamo un Paese giovane in cui c’è da sviluppare tutto, edilizia, infrastrutture, agroalimentare”. E’ cosi’ che l’ambasciatore kazako in Italia, Andrian Yelemessov, presenta a Napoli le opportunità di investimenti per le imprese nostrane nella Repubblica ex sovietica nel corso di un forum promosso dalla Camera di Commercio partenopea, dalla sua Azienda speciale Eurosportello e dal consolato onorario in Campania. “Il Kazakhistan – spiega Yelemessov – rappresenta una grande opportunità per le imprese italiane e della Campania. In 22 anni di indipendenza siamo cresciuti, adesso abbiamo i mezzi e volontà di sviluppare ogni settore dell’economia. Finora l’interscambio tra Italia e Kazakhstan ha riguardato i combustibili, petrolio e gas, ma ci sono altri settori come l’agroalimentare, le costruzioni, la moda, il tessile, le energie rinnovabili, che sono ancora da sviluppare”. Business per 16 miliardi – L’interscambio commerciale attuale si aggira intorno ai 16 miliardi ma può essere notevolmente aumentato con la cessione di tecnologie italiane in un Paese legato all’Italia anche dal passaggio di testimone dell’Expo che dopo Milano 2015 si svolgerà ad Astana nel 2017 con il tema “Energia del futuro”. L’ambasciatore elenca le agevolazioni per gli investitori stranieri che possono portare lavoro el Paese sfruttando una delle dieci zone speciali che prevedono una tassazione nulla. In più il Kazakhistan costituisce anche, aggiungeYelemessov “una porta su un mercato di 170 milioni di consumatori, dopo la creazione con Bielorussia e Russia di un’Unione doganale che sta funzionando molto bene”. Opportunità per l’edilizia – Opportunità interessanti, dunque, soprattutto nel settore edile che in Campania è in forte difficoltà. “Gran parte delle nostre imprese – spiega Vincenzo Schiavo, presidente dell’Eurosportello – che hanno livelli di eccellenza nella tecnologia, nello sviluppo, nei servizi, potranno portare servizi alle imprese in Kazakhistan. L’incontro di oggi s’inserisce nel quadro di opportunità che possono nascere per le nostre imprese”.