Edilizia e tangenti
Arrestati tre imprenditori

37

Chiunque voleva aprire una nuova attività doveva mettersi apposto con le cosche. Tre imprenditori sono finiti in manette a Maddaloni, in provincia di Caserta, con l’accusa di intrattenere rapporti con la Chiunque voleva aprire una nuova attività doveva mettersi apposto con le cosche. Tre imprenditori sono finiti in manette a Maddaloni, in provincia di Caserta, con l’accusa di intrattenere rapporti con la malavita organizzata. Tra i reati contestati rientra anche un giro di mazzette per la realizzazione del Centro Commerciale Campania a Marcianise. Le indagini hanno ricostruito diversi episodi di estorsione nel settore edile, compiuti da emissari dei Belforte, tra i quali spicca il nome di Luigi Trombetta. La tengente era di 450mila euro, da dividere tra il clan e Michele Zagaria. boss del Casalesi. Venivano concessi anche subappalti a imprese amiche dei due clan. Sono finiti sotto la lente di ingrandimento degli inquirenti 24 appartamenti e 4 capannoni.