Edilizia, sindacati campani in piazza per il rilancio del settore

20

“Rilanciare il settore delle costruzioni in Campania e nel Paese. #Atestaalta #Noinoncifermiamo”. Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil lanciano l’iniziativa nazionale delle cento piazze per il settore dell’edilizia in programma venerdi’ 15 novembre. Anche in Campania iniziative in tutti i capoluoghi di provincia con presidi di lavoratori e organizzazioni sindacali. A Napoli appuntamento sotto la sede della giunta regionale della Campania, alle 10:00 mentre ad Avellino, Benevento, Caserta e Salerno, l’appuntamento sara’ davanti alla prefetture. Alla base della piattaforma nazionale, la necessita’ di una politica industriale a favore del settore delle costruzioni. Nelle rivendicazioni territoriali, a supporto delle manifestazioni, hanno effettuato un lungo elenco di opere incompiute, sospese, da appaltare, da cantierizzare. Strade, scuole, ospedali, chiese, porti, aeroporti, urbanizzazioni, ristrutturazioni e manutenzioni, infrastrutture primarie e secondari. Opere edili, ma anche situazioni del settore industriale delle costruzioni ormai derubricate dall’agenda dello sviluppo e della programmazione economica della Regione Campania. Oltre 6 miliardi di investimenti nella sola edilizia, ma e’ una cifra molto sottostimata, al netto dei 6,2 miliardi da spendere per la tratta ferroviaria AV/AC Napoli-Bari, che potrebbero dare una consistente boccata di ossigeno occupazionale al settore edile impegnando oltre 25mila addetti e una forte spinta all’economia regionale. Basti pensare che nel settore delle costruzioni il moltiplicatore economico e’ 1 a 4, ovvero ogni euro investito mette in moto un’economia di quattro euro.