Edilizia, Toninelli: Al Sud entro pochi mesi un numero di cantieri mai visto

341
In foto Danilo Toninelli

“Nei prossimi mesi, vedremo aprirsi, grazie anche alla velocizzazione dello sblocca cantieri e alla semplificazione delle norme dello sblocca cantieri, il maggior numero di cantieri mai visto nella storia”. Lo ha detto ieri il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, all’aeroporto di Salerno-Costa d’Amalfi, dove si trovava per ufficializzare lo sblocco della procedura di ampliamento dello scalo. L’esponente di Governo ha detto di provenire “dal cantiere ferroviario della Napoli-Bari, una delle piuù grosse, importanti e necessarie grandi opere infrastrutturali”. In quell’opera, evidenzia, “è in corso di costruzione una galleria di ben 26 chilometri” i cui lavori termineranno “nel 2023 con un tempo molto più breve grazie a un commissariamento già fatto prima dello sblocca cantieri ma che noi abbiamo utilizzato come modello gestionale inserendolo nello sblocca cantieri come commissariamento”. Sul punto, sottolinea che “da Napoli a Bari oggi si impiegano 3 ore e 52 minuti; grazie a quest’opera infrastrutturale, si impiegheranno 2 ore e non viaggeranno solo più velocemente le persone, ma anche le merci”. “In generale – ricorda – stiamo sbloccando tutti i cantieri necessari, soprattutto e anche stradali. Perché nell’aggiornamento contratto di programma, significa elenco di opere Anas e Rfi che speriamo di riuscire. Stiamo lavorando giorno e notte per portare, già nella prossima settimana, al Cipe. Ci saranno molti più soldi per manutenzione ordinaria e straordinaria di tutto l’esistente che è quello che si era dimenticato di fare nei Governi precedenti e da parte dei miei predecessori. Significa una miriade di centinaia e centinaia di nuovi cantieri, ma di alcuni milioni di euro, non solo grandi opere”