Editoria, giornalisti chiedono impegno al Governo sui fondi per la stampa

49
In foto Carlo Verna, presidente dell'Ordine dei Giornalisti
“Sui fondi per l’editoria chiediamo un impegno legislativo”. Lo ha detto il presidente dell’Ordine dei giornalisti Carlo Verna introducendo la conferenza stampa di fine anno del premier Giuseppe Conte a Roma. Verna ha ricordato sulla questione della libertà di stampa e del pluralismo “alcuni riferimenti di Mattarella e del Papa”. Per richiamare l’attenzione su quelle testate che rischiano il taglio dei contributi statali Verna ha brevemente interrotto il suo discorso. “Ha visto che effetto fa all’improvviso una voce che non c’è più? Sono stato in silenzio solo 7 secondi…”, ha detto poi rivolgendosi a Conte. A Giovanni Battiloro, il cronista di Torre del Greco morto nel crollo del ponte di Genova, e al trentino Antonio Megalizzi, ucciso nel recente attentato terroristico di Strasburgo, sono dedicati due tesserini onorari dell’Ordine dei giornalisti, “che non hanno fatto in tempo a prendere”. Verna ha ricordato che i cronisti continueranno a essere “i cani da guardia della democrazia” ma ha evidenziato anche il problema dello sfruttamento del lavoro nel settore giornalistico “con colleghi che prendono anche solo 2 euro a pezzo, un contesto sempre più precario” e il pericolo che “iniziative giudiziarie temerarie” possano imbavagliare sempre più gli organi di stampa.