Educazione finanziaria, studenti di Napoli all’incontro di Ubi Banca e Feduf

90

I ragazzi delle scuole superiori di Napoli protagonisti dell’educazione finanziaria: oggi 23 aprile 2018, l’Università degli Studi ospita l’evento di apertura del vasto programma di educazione finanziaria che viene messo a disposizione delle scuole dalla Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio in collaborazione con Ubi Comunità, divisione specialistica di Ubi Banca dedicata allo sviluppo delle partnership con il tessuto economico sociale dei territori.
La “Giornata dell’Educazione Finanziaria per la Campania” è un positivo esempio di come soggetti pubblici e privati possano lavorare insieme per la diffusione di una nuova cultura di cittadinanza economica, una competenza indispensabile per affrontare il complesso scenario socioeconomico in cui ci muoviamo. L’appuntamento di Napoli ha l’obiettivo di sensibilizzare giovani e adulti sui diversi temi dell’educazione finanziaria, grazie all’attività in prima persona delle donne e degli uomini del gruppo Ubi Banca nelle scuole di tutto il territorio in sinergia con la Feduf. L’impegno al sostegno delle nuove generazioni viene confermato durante il corso della mattinata dalla premiazione della Borsa di Studio Intercultura assegnata a Maria Andrea Siddharta, che grazie al contributo di Ubi Banca potrà usufruire di un anno di studio in India.
“Lo scopo di questa iniziativa, che grazie alla collaborazione tra enti pubblici e privati offre ai giovani studenti campani e ai loro insegnanti un’opportunità di sviluppo delle proprie competenze – ha commentato Alberto Pedroli, Direttore Macro Area Territoriale Sud di Ubi Banca – è quello di presentarsi quale partner educativo delle scuole e delle istituzioni per la crescita delle competenze economiche nei ragazzi fornendo strumenti concreti per imparare ad avvicinarsi all’uso consapevole del denaro, rispondendo alla crescente domanda di formazione finanziaria che gli Istituti Scolastici richiedono. La sensibilità del territorio a tali tematiche è infatti dimostrato dal massiccio numero di adesioni a questa giornata”.
Durante la mattinata, la conferenza – spettacolo “Fate il nostro gioco”, illustra ai ragazzi, con una modalità particolarmente coinvolgente, le regole matematiche applicate alle varie forme di scommesse e al gioco d’azzardo, svelandone i lati nascosti, le scarse possibilità di successo e gli alti rischi di perdite finanziarie, con lo scopo di prevenire la diffusione di questo pericoloso fenomeno tra i giovani. Protagonisti sono 330 studenti di sette diverse scuole di Napoli e provincia: IIS Vittorio Emanuele II, IS Saviano Marigliano Isis Archimede Liceo I. Kant e Istituto Itri di Napoli, l’Istituto Europa di Pomigliano d’Arco e l’Isis Rita Levi Montalcini di Quarto.
“La sfida dell’alfabetizzazione, che ha caratterizzato gli insegnamenti della scuola nel secolo scorso, non ha perso la sua attualità – dichiara Giovanna Boggio Robutti, Direttore Generale della Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio – se insegnare l’italiano e la matematica è ancora una priorità, è indubbio che i ragazzi debbano affrontare nuovi contesti e imparare nuovi linguaggi, soprattutto quelli legati all’educazione finanziaria. Oggi è fondamentale avviare una efficace sinergia tra enti al fine di favorire la crescita della formazione extracurricolare tra gli studenti e sono convinto che questa iniziativa abbia una valenza didattica importante poiché oggi c’è l’esigenza di diffondere la cultura finanziaria tra i più giovani, anche alla luce dei nuovi processi economici che interessano la comunità, con l’obiettivo di favorire la crescita culturale dei cittadini”.
Proprio per approfondire l’importanza di questa tematica, l’incontro si apre con una riflessione insieme alle Pubbliche Istituzioni sul tema dell’uso consapevole del denaro al quale interverranno Claudio Porzio, Direttore Dipartimento Studi Aziendali e Quantitativi dell’Università degli Studi “Parthenope”, Alessandra Clemente, Assessore ai giovani e alle politiche giovanili del Comune di Napoli, Alberto Pedroli Direttore Macro Area Territoriale Sud di Ubi Banca e Vincenzo Algeri, Responsabile Area Ubi Comunità.