Elder ha chiamato la madre in videochat dopo l’arresto

14

Roma, 30 lug. (AdnKronos) – di Silvia Mancinelli

Elder Finnegan Lee, il 20enne di San Francisco presunto assassino del vicebrigadiere , dopo l’arresto ha parlato al telefono con la mamma in America utilizzando il canale Facetime. Farfugliando parole poco comprensibili, legate anche a problemi di linea, cercando di mettere una dietro l’altra frasi sensate che potessero spiegare alla madre la sua notte di follia, fra le ore 18 e le 19 di venerdì scorso ha abbozzato poche parole in risposta alle richieste di delucidazioni che gli arrivavano da oltreoceano.

Il ragazzo coi capelli mesciati di viola ha chiesto e ottenuto di parlare con la mamma ed è stato accontentato a nemmeno 24 ore dal brutale omicidio che lui stesso ha ammesso di aver compiuto. Undici coltellate al torace e al braccio del militare 35enne così violente da trapassargli stomaco, colon e intestino perfino con una parte del manico.