Elezioni, tra 3 mesi si torna alle urne: voto in 92 Comuni della Campania

83

Sono 92 i Comuni della Campania che andranno al voto nella prossima primavera per il rinnovo del Consiglio comunale e l’elezione del nuovo sindaco. In 16 citta’ che superano i 15mila abitanti e’ prevista l’ipotesi di ballottaggio due settimane dopo il primo turno, se nessuno dei candidati sindaco dovesse raggiungere la maggioranza assoluta delle preferenze. Si dovrebbe votare in un unico giorno, una domenica tra la fine del mese di maggio e l’inizio di giugno. Tra i grandi Comuni al voto c’e’ anche un capoluogo di provincia, Avellino, amministrato dal sindaco Pd, Paolo Foti, al suo primo mandato. Urne aperte anche nelle popolose citta’ di Torre del Greco (85mila abitanti) e Afragola (63mila) nella Citta’ Metropolitana di Napoli. A Torre del Greco e’ finita anzitempo l’esperienza da sindaco del chirurgo plastico Ciro Borriello, eletto nel 2014 con un coalizione di centrodestra e finito agli arresti nel 2017. La citta’ e’ ora retta dal commissario prefettizio Giacomo Barbato. Ad Afragola, il sindaco del Pd Domenico Tuccillo, ex parlamentare e attuale presidente dell’Anci Campania, e’ al suo primo mandato. In provincia di Napoli andranno al voto 20 comuni, tra cui Boscoreale, Brusciano, Caivano, Cercola, Forio, Ottaviano, Qualiano, San Giuseppe Vesuviano e Volla, dove e’ prevista l’ipotesi del doppio turno. Si torna a votare anche a Maddaloni, 39mila abitanti in provincia di Caserta, a solo un anno all’ultima tornata delle amministrative. L’esperienza da sindaco di Andrea De Filippo, eletto nel 2017 con una coalizione di centrodestra, duro’ soltanto un mese. Nel casertano le elezioni amministrative si svolgeranno anche ad Orta di Atella e in altri 15 comuni sotto i 15mila abitanti. Urne aperte in primavera anche in 20 piccoli Comuni in provincia di Avellino, in due citta’ del Salernitano (Campagna e Pontecaiano Faiano) e altri 17 Comuni sotto i 15mila abitanti.