Elezioni Baviera, colpo alla Merkel

7

Monaco, 15 ott. (AdnKronos/Dpa) – Boom verde in Baviera e crollo degli alleati della Cancelliera. E’ infatti crollata di dieci punti percentuali rispetto al 2013 la Csu, Unione cristianosociale, alle elezioni regionali celebrate nel land tedesco: i risultati ufficiali provvisori diffusi alle prime ore della mattinata, a spoglio delle schede ultimato, parlano del 37,2% delle preferenze per il partito di Horst Seehofer. Esce duramente ridimensionato dalle urne anche l’altro socio della Cdu di Angela Merkel nella Grande Coalizione, che regge il Paese a livello federale: la Spd, che vede il suo consenso dimezzato rispetto a cinque anni fa (con il 9,7% dei voti). Al secondo posto dietro la Csu spuntano i Verdi, protagonisti di una rimonta di dieci punti percentuali, con il 17,5%.

Di “giornata amara” ha parlato il segretario generale Csu, Markus Blume. “Risultato che accettiamo con umiltà e dal quale dovremo trarre lezioni” ha detto poi Markus Soeder, candidato di spicco del partito alle elezioni. L’elettorato tuttavia, ha proseguito, “ci ha affidato il chiaro compito di formare un governo… accettiamo questo compito”. Il leader del partito e ministro dell’Interno federale Seehofer si è detto in favore di una coalizione con i Liberi Elettori (Freie Waehler) pur indicando la volontà di parlare con “tutte le forze democratiche”, indicazione del fatto che il partito si atterrà all’impegno di non parlare con l’Afd.

Per l’estrema destra Afd è quindi confermato l’ingresso per la prima volta nel parlamento regionale bavarese, con il 10,2%. Ottiene l’11,6% delle preferenze la lista civica Freie Waehler, considerata potenziale futura alleata della Csu in una coalizione, così come potrebbero esserlo i Liberali della Fdp, che con il 5,1% delle preferenze superano di poco la soglia di sbarramento e tornano a sedere nel parlamento bavarese. Come anticipato dai sondaggi della vigilia, Die Linke resta al di sotto, con il 3,5% delle preferenze.