Elezioni, Capozza (Udc-Fi): “Impresentabile? Lo sono per Morra in quanto ex ala destra M5s”

8

Roma, 9 ott. (Adnkronos) – “Il giudizio politico-morale espresso nei miei confronti da Morra con l’infamante etichetta di ‘impresentabile’ è stato attribuito a me in quanto ex attivista dell’ala destra del Movimento 5 Stelle. Resta il dubbio che questo brutale attacco sia stato riservato a chi dal M5s dopo il tradimento di quasi tutti i valori fondanti dei grillini, si sia poi riconosciuto e candidato nel centro destra. Come avvenuto anche a Marcello De Vito”. Ne parla con l’Adnkronos la candidata per l’Udc al consiglio comunale di Roma, Maria Capozza che commentando l’intervento della Commissione parlamentare antimafia a poche ore dal silenzio elettorale riferisce: “Il mio nome e la mia dignità sono state danneggiate, senza che nessuna parola sia stata detta sul fatto che ho ostacolato, bloccato e denunciato fatti illeciti. In particolare una mia denuncia riguarda il cantiere più grande d’Europa: quello della Metro C, mai completata, tant’è che Draghi ha recentemente nominato un Commissario, che nasce quando Walter Veltroni nel 2002 approva il progetto preliminare della linea, poi inviato alla regione Lazio”.