Elezioni comunali a Napoli, Cirielli attacca l’Anm sul caso Maresca

91
In foto Edmondo Cirielli

“Sorprende, o forse no, l’attenzione e soprattutto la pressione che l’Anm (in particolare la corrente Area) continua a riservare a Catello Maresca, possibile candidato a sindaco per la città di Napoli. Lo afferma il deputato di Fratelli d’Italia, Edmondo Cirielli. “Mi domando dove fossero gli esponenti dell’Anm quando, nel 2013, la sinistra candidò a sindaco di Portici (Napoli) Nicola Marrone – prosegue Cirielli – all’epoca in servizio al Tribunale di Torre Annunziata (Napoli), che continuò ad esercitare le sue funzioni persino durante la campagna elettorale senza mettersi in aspettativa o dimettersi dalla magistratura”. “Come non ricordare anche il caso del magistrato Mariano Brianda, candidato a sindaco di Sassari nel 2019 nonostante fosse il presidente della sezione distaccata della locale Corte d’Appello: Brianda chiese l’aspettativa (come previsto dalla legge) il 6 maggio di quell’anno, con le elezioni comunali in programma il 16 giugno. Come mai nessuno chiese chiarimenti o si scandalizzò per la sua candidatura? Forse perché Brianda era sostenuto dal Pd e non dal centrodestra?”.