Elezioni Comunali, l’ingegnere Rosaria Chechile si candida a Salerno

42
in foto Rosaria Chiechile

Rosaria Chechile è tra i candidati al consiglio comunale di Salerno. L’ingegnere ha deciso di sostenere con la sua esperienza la lista civica “Salerno Città Aperta” con la candidata sindaca Elisabetta Barone.

La candidata è intervenuta nella trasmissione “Keyword” dell’emittente “Telecolore”, nella quale ha spiegato i motivi della sua scelta: “Ritengo che la società civile debba mettersi in gioco, a difesa dei nostri giovani che troppo spesso lasciano questa terra –afferma la candidata al Consiglio comunale di Salerno – Dobbiamo riprendere in mano le sorti della città di Salerno, restituendo il potere, da oltre 30 anni troppo accentrato in poche stanze, nelle mani dei legittimi proprietari, i cittadini”.

La lista “Salerno Città Aperta” (parte di una coalizione molto ampia, la quale va dal Movimento 5 Stelle al Centro Moderato) raggruppa molti professionisti del territorio: “Ognuno – spiega Chechile (imprenditrice nel settore dell’edilizia) – ha voglia di portare a Salerno un nuovo modello di fare politica: il nostro slogan è “Riconvertiamo Salerno”. L’obiettivo è ridare a Salerno il suo ruolo di capoluogo, aperta dentro e fuori dalle sue mura, dove costruire nuovi spazi verdi (per ora ben sotto la media italiana), con una sanità di prossimità e un reale welfare”.

“Inoltre, – continua la candidata – Salerno ha bisogno di un cambiamento senza dover temere di commettere un reato di “lesa maestà”. Occorre prendere atto che la nostra città vive una lunga stagione di stasi (se non di declino) soprattutto per il mancato ricambio della classe dirigente che ha appiattito la visione e le scelte decisionali negli ultimi 25 anni. Le sfide future sono impegnative, molto impegnative, – conclude Rosaria Chechile – e richiedono persone capaci e competenti per realizzarle”.