Elezioni: da Mattarella alla Meloni, tutti al voto in mattinata

72
In foto Sergio Mattarella al voto a Palermo
Il primo è Sergio Mattarella, che poco dopo le 8.30 va a votare nel suo seggio di Palermo. Il presidente della Repubblica, dopo avere espresso il proprio voto, lascia la scuola media Piazzi senza rilasciare dichiarazioni.
Voto rinviato in serata invece per Giorgia Meloni: la ressa di fotografi e cronisti che la attendono al seggio romano di via Beata Vergine del Carmelo a Roma induce la leader di Fratelli d’Italia a rimandare l’appuntamento per consentire agli elettori del suo seggio un voto sereno.
Ok con il pollice alzato all’uscita dal seggio e foto con alcuni elettori per Enrico Letta. Il segretario Pd vota nel suo quartiere a Testaccio a Roma ma non infrange il silenzio elettorale. Fuori dalla porta del seggio alcuni elettori lo aspettano e gli chiedono di fare un selfie.
Poco dopo le 9, ma a Milano, vota Matteo Salvini. “Conto che la Lega sia una forza parlamentare sul podio: prima, seconda o terza al massimo”.
Carlo Calenda vota al suo seggio di via del Lavatore 38 a Roma. “Votate, votate liberamente, senza condizionamenti e senza paure. L’Italia è sempre più forte di chi la vuole debole” scrive poi il leader di Azione e del terzo polo.
Voto a Firenze con la moglie Agnese per Matteo Renzi. “Noi abbiamo votato. Fatelo anche voi, qualunque sia la vostra opinione politica. La democrazia si alimenta con l’impegno di tutti. Viva la Repubblica, viva l’Italia, 25 settembre” scrive su twitter il leader di Italia viva.