Elezioni, Grillo: Il doppio mandato non si tocca. Anzi, dovrebbe diventare legge dello Stato

30
in foto Beppe Grillo

“Il Movimento c’è, non c’è, non lo so se è disintegrato, se è molecolare o quantico”. Così il fondatore del Movimento cinque stelle Beppe Grillo in un video postato sul suo blog. “La cosa che so – ha proseguito Grillo – è che i nostri due mandati sono la nostra luce in questa tenebra incredibile. I due mandati sono l’interpretazione della politica in un altro modo. I due mandati sono un antibiotico. Sia io che Casaleggio quando abbiamo fatto queste regole non le abbiamo fatto per per avere dei titoli degli incarichi, ma le abbiamo fatto perché ci vuole l’interpretazione della politica in un altro modo. La verità è che tutti questi sconvolgimenti dentro il nostro movimento, queste sparizioni da una parte all’altra, queste defezioni, sono causate da questa legge che è innaturale.. Questa legge dei due mandati – ha incalzato il comico – deve diventare una legge di Stato”.
Qui il video.