Elezioni, Mirabelli (ex Consulta): “impresentabili? Solo quelli che la legge prevede”

6

Roma, 9 ott. (Adnkronos) – “La presentabilità o impresentabilità da un punto di vista giuridico è quella che la legge prevede perché tutti i cittadini hanno diritto all’ elettorato attivo e passivo, salvo che non ci siano norme legislative che lo escludono e che sono sottoponibili anche ad una valutazione di legittimità costituzionale. La qualificazione inappropriata di impresentabili, come giudizio morale o di inopportunità, è altra cosa. Può essere singolare che avvenga nel corso di una competizione elettorale”. Ne parla con l’Adnkronos il presidente emerito della Corte costituzionale Cesare Mirabelli che precisa: “Non può esserci sottrazione dell’elettorato sulla base di una inopportunità o di una valutazione che va al di là e al di fuori di una previsione legislativa, perché andrebbe a incidere sull’elettorato attivo e passivo”.