Elezioni, piccoli partiti: in Campania bene solo Potere al Popolo (1,78%), Casapound si ferma allo 0,44%

69

A scrutini conclusi, almeno alla Camera, e’ possibile tirare le somme anche per i partiti, che sia a sinistra che a destra, si pongono agli estremi dell’arco parlamentare. In Campania puo’ dirsi soddisfatta solo la campagine di Potere al popolo che surclassa tutte le altre formazioni, da Casapound a Per una sinistra rivoluzionaria. In dettaglio, nella Circoscrizione Campania 1 uninominale per la Camera Potere al popolo raccoglie 27.253, pari all’1,78 per cento. Casapound si ferma a 6.799 voti (0,44 %) mentre Il popolo della famiglia, Italia agli italiani e Per una sinistra rivoluzionaria superano di poco lo zero per cento. Stesso scenario, sempre per la Camera, nella circoscrizione Campania 2. Potere al popolo, in questo caso, raccoglie 15.928 voti (1,22 %) mentre Italia agli italiani (9.086 voti) si piazza meglio di Casapound (6.677). Non superano lo ‘zero virgola’ tutte le altre formazioni dal Partito comunista a Per una sinistra rivoluzionaria. In Senato, al momento 5.706 sezioni su 5.826, Potere al popolo triplica – quasi – i voti di Casapound. La formazione guidata da Viola Carofalo e’ stata scelta da 35.464 elettori mentre quella di Simone Di Stefano si ferma a 12.683. Tutte le altre formazioni non vanno oltre lo 0,20 per cento.