Elezioni, Possibile Napoli rompe con LeU: Ritiriamo I nostri candidati

101

“Dalla fondazione di Possibile abbiamo sempre provato a dare il nostro contributo a un progetto che portasse nuova vitalità alla sinistra in Italia” dichiara Anna Starita, portavoce di Possibile Napoli, che continua: “dopo anni di lavoro in questa direzione, Liberi e Uguali sembrava l’occasione che tutti aspettavamo per restituire al paese un’offerta politica valida nei temi e nei modi. Oggi invece siamo costretti a riconoscere il nostro fallimento: la scelta delle candidature è un momento decisivo, perché anche le migliori idee hanno bisogno di gambe su cui camminare, e questa scelta sta avvenendo con metodi che mostrano tutto meno che volontà di rinnovamento. Già si è discusso troppo di nomi e poco del progetto, ma è inaccettabile che ci siano state proposte di candidatura misteriosamente scomparse appena prima di essere discusse al tavolo nazionale, mentre invece i selezionati da Roma venivano paracadutati in tutta Italia. Queste pratiche ci costringono a prendere le distanze da Liberi e Uguali”.
“È una scelta di coerenza: non abbiamo intenzione di fare politica con ciò che è solo un ulteriore accrocchio di ceto politico, come testimoniano i tanti comunicati di protesta delle basi in giro per l’Italia, da nord a sud, e ci dispiace molto, perché questo progetto avrebbe avuto ben altre potenzialità – continuano da Possibile Napoli – “Si parla dei giovani lontani e disillusi dalla politica” dichiara ancora la portavoce di Possibile Napoli Città Metropolitana “ma quando ci sono candidature giovani vengono misteriosamente fatte sparire. Non è con queste pratiche e questi esempi che riusciremo a riportarli nella discussione e soprattutto alle urne. Con questo spirito, continueremo a lavorare e lottare senza tregua perchè la Sinistra e la politica tornino a seguire pratiche virtuose di reale partecipazione dei militanti e degli elettori e condivisione delle scelte e dei programmi”.