Elezioni regionali, Azione e +Europa non parteciperanno ai tavoli del centrosinistra per le primarie

43
in foto Carlo Calenda

“Nessuna partecipazione ai tavoli per le primarie in vista delle elezioni regionali ma sì a discutere la possibilità di candidati condivisi; no al cosiddetto ‘campo largo’ con il Movimento 5 stelle; avanti con il consolidamento dell’area liberaldemocratica e riformista attorno ai due partiti della federazione e una conferenza degli eletti di Azione e Più Europa da tenersi a fine luglio”. Lo hanno dichiarato i segretari di Azione e Più Europa, Carlo Calenda e Benedetto Della Vedova, al termine di una riunione congiunta che si è tenuta ieri sera. “Le recenti elezioni amministrative – sottolineano – hanno dimostrato che esiste da parte dell’elettorato la richiesta di una nuova offerta politica lontana dai due poli di centrosinistra e centrodestra, refrattaria tanto al sovranismo quanto al populismo. I nostri partiti – concludono Calenda e Della Vedova – sostengono il presidente Draghi e le sue riforme con grande convinzione e stanno lavorando per dare una rappresentanza a tutti quegli italiani che sono stanchi del bipopulismo e che per questo hanno scelto l’astensione”.