Elezioni, Renzi aspetta Calenda: Avrebbe ruolo rilevante. Iv con Pd? Non si vince con le ammucchiate

38
in foto Matteo Renzi e Carlo Calenda

Se Azione, con Calenda, decide di stare in questa parte ha un ruolo molto rilevante“. Lo ha detto Matteo Renzi a Mezz’ora in piu’ su Rai3, parlando del centro. “Il mio nome ideale che rappresenta l’idea di centro riformista e’ Mario Draghi – ha aggiunto -. Non credo che sara’ disponibile a impegnarsi di nuovo, ma ho un piccolo sogno. Pochi giorni fa c’e’ stato Decennale del suo ‘whatever it takes’, ma il pezzo dopo della frase era ‘cretedemi, sara’ sufficiente'”.
“Enrico Letta il giorno successivo a quello dell’indizione dei comizi elettorali ha detto ‘noi non vogliamo Iv e Renzi ma una grande alleanza che tenga insieme da Di Maio a Fratoianni- ha poi detto Renzi -. E’ assolutamente legittimo, ma le dico che tolti nomi e aspetti personali, le sembra credibile che si possa sconfiggere Meloni e Salvini che sono problemi mettendo insieme idee che sono l’opposto di quello che il Pd ha sempre pensato? Io non credo che si vinca con le ammucchiate, si vince con le idee chiare”.

Non cerco sistemazione, non sono disponibile a qualsiasi ruolo
“Io non cerco di sistemarmi da qualche parti e non sono disponibile a qualsiasi ruolo – ha detto il leader di Iv -. Non mi interessa e l’ho dimostrato 6 mesi fa con l’elezione della presidenza della Repubblica in cui mi e’ stato offerto di tutto. Pur di avermi in squadra con il Conte bis mi offrirono un ministero ma io dissi “voglio Draghi non Renzi”. E allo stesso modo vale oggi”. Per Renzi “gli italiani hanno due alternative: una destra sovranista e una sinistra con i no al rigassificatore, con quelli che aumentano tasse (e Letta lo fece da premier)” una sinistra con dentro tutto. Ebbene, “io qui non mi ritrovo. E lo chiami centro, terza via, terzo polo… ma io credo che ci sia uno spazio” politico.

Con questi schieramenti corro da solo al centro
“Io non sto con Salvini e Meloni, e non sto con Fratoianni e Di Maio. Se gli schieramenti sono questi, certo che corro da solo al centro. Dopodiche’, se al centro, come spero, ci saranno anche altri a cominciare da Azione… Carlo Calenda ci sta pensando, lo rispetteremo. Non lo vedo in coalizione con Fratoianni. A chi dice che e’ un voto dato a un piccolo partito, dico che e’ un voto a un partito che sara’ decisivo nella prossima legislatura come in questa”.

Come Iv punto a superare il 5%
“Il mio obiettivo come Italia Viva e’ superare il 5%”, ha detto Renzi ricordando che “in questo Parlamento avevamo il 3% di parlamentari, se con il 3% siamo riusciti a salvare l’Italia dal Papeete, mandare a casa Conte e portare Draghi, si figuri cosa possiamo fare con il 5%”.

Il centro sarà la vera sorpresa
“In tanti pensano che questa area centrale non conti niente, credo sara’ la vera sorpresa”. Cosi’ il leader di Iv Matteo Renzi a Mezz’ora in piu’ su Rai 3. “Bastano pochi deputati e senatori in ragione della riduzione del numero dei parlamentari per incidere, noi siamo il vero voto utile perche’ giochiamo partita sulla competenza e non sull’ideologia”.