Elezioni, Renzi certo di arrivare al 5%: Letta mi ha detto: Vediamoci. No a Berlusconi presidente del Senato

40
in foto Matteo Renzi

“Letta mi ha telefonato sabato e mi ha detto: “Quello che leggi sui giornali…, guardiamo, ci sentiremo”. Lo ha detto il leader di Iv, Matteo Renzi, ad Agorà, su Rai Tre, commentando le dichiarazioni del leader del Pd, Enrico Letta, sull’assenza di veti per eventuali alleanze con l’ex premier. “Il Pd – ha aggiunto il peader di Iv – in queste settimane diceva ‘Renzi ci fa perdere voti, non lo vogliamo’, evidentemente hanno fatto due conti e hanno cambiato idea. Dopodiché siamo in una situazione gravissima”, dunque “prima decidiamo le cose da fare, poi vediamo le alleanze. La politica sembra impazzita, forse è il caldo”.

Se Iv va da sola ha certezza di arrivare a 5% 
“Se Iv dice che va da sola ha la certezza di fare il 5% – ha detto ancora Matteo Renzi -. Per noi èla cosa migliore per i seggi, ma io non ne faccio un discorso di poltrone”. Alla domanda se voterebbe Berlusconi presidente del Senato, Renzi ha risposto: “Siamo seri, no. Io non l’ho mai votato, ma e’ un uomo che va aiutato a fare il padre nobile”.

Di Maio quanto di più distante da me
“Sala e’ un bravo sindaco, sono orgoglioso di averlo indicato, mai dimenticherò lo sforzo comune che abbiamo fatto per l’Expo – ha detto il leader di Iv -. Di Maio, invece, ha lasciato i 5 stelle, ma è quanto di più lontano da me. Sui gilet gialli la pensa come allora? Sulla tap, sul giustizialismo, sulle olimpiadi, sul lavoro'”.

Se c’è pareggio si riparta da Draghi
“Partiamo dai contenuti per fare la coalizione, ma se vuole un nome secco io ripartirei da Draghi e si ripartirà da lì se ci sarà una situazione di pareggio, se invece la destra stravince.. – ha afferma

Meloni va sconfitta sui contenuti, non sui fantasmi
Quanto a “Giorgia Meloni, va sconfitta sui contenuti, non sui fantasmi”.  La leader di Fdi premier? “Io spero di no e farò di tutto perché non lo sia, ma se sarà Meloni rispetterò il voto. Non si vince mettendosi contro qualcuno, ma si vince facendo proposte diverse”, aggiunge.