Elezioni suppletive al Senato, i napoletani snobbano le urne

113

Affluenza finora molto scarsa alle urne nei quartieri della città di Napoli chiamati al voto per assegnare un seggio al Senato: alle 12, secondo i dati diffusi dal Comune, si è recato a votare solo il 2,77% degli aventi diritto. Alla stessa ora per le politiche del 2018 il dato dei votanti nel capoluogo campano era del 15,86%. Le suppletive, indette per sostituire lo scomparso senatore del M5S Franco Ortolani, coinvolgono mezza città, con 444 sezioni su 883. I votanti con più di 25 anni di età sono 357.299. Le urne resteranno aperte fino alle 23.
Alle 19 è molto basso il dato dell’affluenza alle suppletive per il collegio senatoriale Campania 7, che coinvolge quasi metà della città di Napoli. A quattro ore dalla chiusura dei seggi, sono stati 26.057 i votanti, su un totale di 357.299 elettori con oltre 25 anni di età, pari al 7,29%. Il trend in calo rispetto alle precedenti elezioni era apparso già chiaro alle 12, quando si era recato alle urne il 2,77% degli aventi diritto (9.905 persone), mentre alla stessa ora, per le Politiche del 2018, il dato dei votanti nel capoluogo campano era stato del 15,86%. Il candidato M5s, Luigi Napolitano, ha votato intorno alle 10 presso la scuola media Tito Lucrezio Caro, in viale delle Galassie, e seguirà lo spoglio a casa in compagnia dei familiari e amici. Il consigliere comunale Salvatore Guangi, sostenuto da Lega-FI-FdI, si è recato al seggio allestito presso il 71esimo circolo didattico di via dell’abbondanza alle 17,30 e dopo le 23 raggiungerà la sede del comitato elettorale nel quartiere di Miano. Il candidato della coalizione che comprende Pd, Leu, Italia Viva e demA, Sandro Rutolo, non voterà perché residente in un altro collegio. In mattinata il giornalista ha partecipato al carnevale di Scampia e assisterà allo spoglio presso la Domus Ars, nel centro di Napoli, dove ha anche lanciato la sua candidatura. In lizza per il seggio rimasto libero dopo la scomparsa del senatore M5s Franco Ortolani ci sono anche Riccardo Guarino di Rinascimento Partenopeo e Giuseppe Aragno di Potere al Popolo. Seguendo i protocolli comunicati dal ministero della Salute per l’emergenza Coronavirus, nel primo pomeriggio il presidente della Regione, Vincenzo De Luca, ha impegnato l’Asl Napoli 1 a svolgere, al termine delle operazioni di voto, le operazioni di disinfestazione entro martedi’ nelle 110 scuole individuate come seggio elettorale.