Elon Musk si scusa

10

Londra, 18 lug. (AdnKronos) – si è scusato con il sub britannico che ha definito “pedofilo” durante una polemica social riguardante il salvataggio dei 12 ragazzi rimasti intrappolati nella grotta di Tham Luang, in Thailandia. Il fondatore di Tesla ha ammesso di aver “parlato con rabbia” dopo che Vern Unsworth ha ridicolizzato il mini-sommergibile progettato dalla sua azienda per riportare in superficie i ragazzi, definendolo una “trovata pubblicitaria”. “Le sue azioni contro di me non giustificano le mie contro di lui, e per questo mi scuso con Mr.Unsworth e con la compagnia che rappresento come leader. La colpa è mia e mia soltanto”, ha scritto Musk sul suo account.

La ‘battaglia social’ era iniziata dopo che Unsworth aveva affermato che il mini sommergibile non avrebbe avuto “assolutamente nessuna possibilità di lavorare”, suggerendo anche a Musk di “infilare il suo sottomarino dove fa più male”. La risposta dell’imprenditore era arrivata via Twitter: contestando le dichiarazioni di Unsworth, lo aveva definito “pedo guy”, cioè un pedofilo, ed era arrivato a scommettere “un dollaro” sulla verità della sua insinuazione. Una dichiarazione per la quale il sub 63enne era pronto ad andare in tribunale.