Embraco, Calenda si appella all’Ue

24

Roma, 20 feb. (AdnKronos) – Prevedere una deroga ai trattati Ue per casi simili a quello di Embraco. E’ questa la richiesta che il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, sottoporrà oggi alla Commissaria Ue Margrethe Vestager, dopo la conferma da parte della società brasiliana del gruppo Whirlpool dei 500 licenziamenti e il no alla cassa integrazione. “Io non potrei – ha spiegato Calenda parlando a Radio Anch’io – fare una norma che dice che per Embraco il costo del lavoro è un po’ più basso, perché sarebbe un aiuto di Stato. Ma penso si possano interpretare i trattati nel senso di dire che in questo specifico caso, cioè di un’azienda che si muove verso la Slovacchia, verso la Polonia, questa normativa può essere derogata. Vedremo quale sarà la risposta della Vestager”.