Emersioni, appuntamento con la poesia. L’ultimo lavoro di Carolina Cigala

121

di Giulio Calogero

“Lame, lampi, luci intermittenti. Folgorazioni.
Si presentano programmaticamente così queste emersioni di Carolina Cigala.
Tutte sfide sonore e visive, esercizi sensoriali, rammemorazioni frammentarie e disordinate, che possono trovare ordine solo in una serie numerica aperta all’infinito”. E’ così che apre la prefazione di Emersioni, la nuova raccolta di poesia di Carolina Cigala, curata da Giancarlo Montedoro.
La prima presentazione è in programma venerdì 23 alle ore 16 e 30 presso l’Istituto degli Studi Filosofici.
Ne parleranno con l’autrice, Sergio Fermariello e Carmela Vargas, moderati da Francesco Lucrezi.
La poesia di qualità è un bene raro e prezioso, balsamo per gli animi.
Perciò Emersioni è un appuntamento, un’opera profonda da non perdere.
Si riporta la emersione 23:
“Tempo,
svuota la tua corsa
una porta spalancata
Oceano, resta un istante
insolente
ha le ali!”