Endered, Damien Joannes a capo nuova divisione Welfare

52

Roma, 21 nov. (Labitalia) – Edenred, leader mondiale nelle soluzioni transazionali destinate a imprese, dipendenti e merchant, ha creato una nuova direzione Welfare. La società riunisce così la gestione di tutte le soluzioni offerte dal suo paniere nelle mani di una squadra specializzata che si occuperà di seguire i clienti nell’attivazione delle soluzioni prescelte: dai ticket welfare alla piattaforma FlexBenefit ai Ticket Compliments. La nuova divisione aziendale, che riunisce il team Welfare e il team Incentive&Rewards, sarà guidata da Damien Joannes. La nuova business unit ha una struttura articolata ed è caratterizzata da un’expertise unica e un team multisciplinare interamente dedicato, che va a sostenere l’importante piano di sviluppo triennale in programma per la società e di cui il settore del welfare aziendale costituisce una delle principali leve di crescita.

Damien, 34 anni, dopo aver conseguito un master in Management presso la business school ESCP Europe, ha maturato una solida esperienza in ambito imprenditoriale e nel sales management. Arrivato in Edenred Italia nel 2012, fino ad oggi ha rivestito ruoli dirigenziali di Business Development Manager per la Southern-Europe area e di Director per la business unit Incentive&Rewards. “Grazie alle agevolazioni introdotte dalla legge di Bilancio -afferma Andrea Keller, amministratore delegato di Edenred Italia- si è registrato un incremento di interesse delle aziende per le soluzioni welfare. L’ultima ricerca Edenred Doxa 2016 sullo stato del welfare aziendale in Italia ha rilevato l’alto gradimento delle imprese in tal senso: il 45% di loro ha indicato nel voucher per i servizi alla persona lo strumento di welfare di maggiore utilità”.

“Il 40% di quelle intervistate, inoltre, ha dichiarato -sottolinea- di voler ricorrere alla contrattazione aziendale integrativa per usufruire delle agevolazioni fiscali e contributive. Da questa prospettiva nasce una nuova direzione dedicata che si avvarrà anche dell’expertise proveniente da progetti Cesu e Childcare, due forme di voucher per una migliore conciliazione lavoro-vita privata sviluppati in Francia e Inghilterra, e di partnership come quelle con alcuni enti bilaterali o con associazioni di categoria che permettono a migliaia di imprese di richiedere soluzioni del paniere welfare a condizioni vantaggiose”.