Energia per la vita quotidiana con la Volvo EX90

37

BOLOGNA (ITALPRESS) – Molti cercano di rispettare l’ambiente riciclando i materiali, cucinando in modo da ridurre i rifiuti alimentari o guidando un’auto elettrica. Tuttavia, quando si tratta di rendere più sostenibile l’utilizzo dell’energia, può essere difficile capire come aumentare la quota di fonti rinnovabili nell’elettricità che si usa. Infatti, se da un lato la società è sempre più orientata verso l’elettrificazione – e le automobili svolgono un ruolo fondamentale nella transizione ecologica – dall’altro l’aumento del fabbisogno di energia elettrica può comportare un significativo sovraccarico della rete. Per Volvo, con la ricarica bidirezionale, un’auto elettrica è potenzialmente in grado di contribuire a ridurre questo carico quando è collegata alla rete, andando a creare, insieme a molte altre auto elettriche, una centrale elettrica virtuale. Può anche contribuire a soddisfare le esigenze energetiche di casa e, quando è scollegata, diventare una batteria su ruote che fornisce energia alla vostra vita in movimento: per cucinare, per gli utensili elettrici o per l’impianto stereo.
La EX90 completamente elettrica che verrà presentata il 9 novembre sarà la prima Volvo ad essere predisposta per la ricarica bidirezionale. Inizialmente disponibile in mercati selezionati, la ricarica bidirezionale è potenzialmente in grado di rendere più economico, efficiente e sostenibile l’utilizzo di energia. Grazie alle funzionalità di ricarica intelligente in arrivo sull’app per smartphone di Volvo Cars, la EX90 permetterà di ricaricare l’auto quando la domanda di energia dalla rete e i prezzi sono bassi, il che di solito implica una maggiore presenza di fonti rinnovabili nel mix energetico, e di conservare l’energia accumulata per utilizzarla in un secondo momento.
Una volta disponibile, la ricarica bidirezionale della nuova Volvo EX90 potrebbe fornire energia per la casa e per altri dispositivi elettrici.
“La nuova Volvo EX90 dà energia alla vostra vita”, spiega Olivier Loedel, responsabile della divisione Electrification Ecosystem. “La sua batteria può essere utilizzata in molti modi, ad esempio per ricaricare la bicicletta elettrica quando si è in viaggio o per collegare un dispositivo di cottura all’aperto per il campeggio del fine settimana. Potrebbe persino illuminare la casa nelle costose ore di picco della giornata”.
Oltre a poter ricaricare elettrodomestici e altri dispositivi, la vostra auto sarà in grado di venire in soccorso ad altre Volvo compatibili cedendo parte della sua carica. Se invece capita a voi di stare per esaurire la carica, non preoccupatevi, potrete accettare lo stesso aiuto da altre Volvo.
Laddove possibile, l’intero processo di ricarica sarà automatizzato e gestito interamente dalla funzionalità di ricarica intelligente dell’app di Volvo Cars. L’algoritmo di base assicura inoltre che la batteria venga caricata e scaricata entro determinati limiti, riducendo il rischio di un degrado evitabile della batteria. In funzione delle regole specifiche di ciascun mercato energetico, la ricarica bidirezionale potrebbe anche consentire ai clienti di supportare la rete in modi diversi. Ciò potrebbe includere il prelievo di più energia nei momenti in cui vi è un eccesso di energia rinnovabile, o la vendita di energia durante le ore di picco di utilizzo, quando la domanda è più elevata. Se in futuro la maggior parte delle auto sarà dotata di questa funzionalità, sarà possibile bilanciare la rete con maggiore frequenza. In questo modo si potrebbe migliorare la sostenibilità complessiva della rete, riducendo il potenziale spreco di energia da fonti rinnovabili nei momenti in cui la produzione supera la domanda.
Immaginate una situazione del genere: tornate a casa dal lavoro con abbondante energia residua nella batteria, che è stata caricata in precedenza con energia elettrica più economica e pulita. Nel corso della serata, potrete collegare l’auto alla presa di corrente e ri-immettere in rete l’energia quando i prezzi dell’elettricità sono più alti. Poichè l’energia in genere costa meno quando il contributo delle fonti climaticamente neutre alla fornitura di elettricità è più elevato, questa transazione energetica può far risparmiare sulla bolletta e restituire al contempo energia più pulita alla rete. “Crediamo in un futuro in cui i nostri clienti potranno sostenere la rete elettrica utilizzando questa tecnologia, consentendo un uso più efficiente e sostenibile dell’elettricità nella vita di tutti i giorni”, ha dichiarato Olivier Loedel. Volvo prevede di fornire i componenti necessari per iniziare a utilizzare le funzioni di ricarica bidirezionale, tra cui una wall box avanzata e un sistema di gestione dell’energia domestica. Saranno disponibili anche altri accessori, come adattatori per elettrodomestici e cavi per la ricarica di altre auto.

foto: ufficio stampa Volvo Cars Italia

(ITALPRESS).