Enogastronomia, la Regione Campania premia chef e ristoratori di Ischia

158

“Sono orgogliosa di premiare tre eccellenze di questa meravigliosa isola campana. Siamo qui perché le nostre eccellenze enogastronimiche si affermano nel mondo e quando si è bravi, in Campania e a Ischia, vuol dire che siamo primi anche nel mondo”. Così Rosa D’Amelio, presidente del Consiglio regionale della Campania, a margine della cerimonia di premiazione, questa mattina a Napoli nella sala Nassiriya del Consiglio regionale, di tre aziende presenti sull’isola d’Ischia che, nel settore del food, si sono distinte a livello internazionale. Ad essere premiati con una targa che li certifica come “Eccellenze Campane” lo chef Nino Di Costanzo del ristorante “Dani Maison”, due stelle Michelin; Nicola Mazzella delle cantine Mazzella, vincitore al Vinitaly come “Migliore cantina d’Italia” per la produzione “Vigna di lume”; Alessandro Slama maestro pasticciere che con il suo panettone ha vinto il titolo di migliore al mondo. “Quando diamo un premio a nome della Regione – ha ribadito la presidente – lo diamo perché arrivi un messaggio anche alle giovani generazioni. Impegnatevi, fate cose di eccellenza, produciamo le migliori qualità che possiamo produrre per la nostra enogastronomia e saremo i primi perché siamo in grado di farlo”. Sulla stessa lunghezza d’onda anche Nicola Marrazzo, consigliere regionale del Pd e presidente della III commissione consiliare Attività produttive. “Si tratta – ha spiegato il consigliere – di attività che sono proprie di un’isola che è un fiore all’occhiello in uno dei settori fondamentali per la Regione, quello del food e del turismo, e che ha il segno “più” nel nostro Pil”. Quando parliamo di Ischia, ha sottolineato Marrazzo, è giusto “parlare non solo di turismo ma di benessere vero” e le aziende premiate oggi lo dimostrano con il loro “grande senso del dovere, grande inventiva, grande capacità di lavorare. Va dato il giusto riconoscimento e la giusta visibilità a chi primeggia, in ambito italiano quindi anche a livello europeo e nel mondo, partendo da quella che è una piccola isola. Esempi virtuosi come questi servono anche per le nuove generazioni”. E proprio ai giovani il consigliere lancia un messaggio: “questi signori – dice riferendosi ai premiati – non hanno ottenuto successo perché qualcuno glielo ha regalato. Il successo lo hanno ottenuto grazie al lavoro. È solo il lavoro che nobilita e, fatto bene, porta i giusti risultati”.
Soddisfazione è stata espressa anche dal sindaco di Ischia, Enzo Ferrandino. “È un momento di orgoglio per le attività che si svolgono sulla nostra isola. Oggi si celebrano tre eccellenze ma – ha sottolineato il primo cittadino – Ischia è una fucina di eccellenze. Bisogna fare i complimenti a questi tre operatori che, nei loro settori di riferiemto, hanno avuto la capacità di raggiungere l’apice”. Primeggiare su un’isola, ricorda Ferrandino, “non è semplice come in altre parti del nostro Paese. Ci sono condizioni ambientali più difficili che rendono ancora più eroiche le attività di questi nostri operatori. È bello che oggi la Regione Campania riconosca i loro meriti che con tanta passione e abnegazione nei loro campi di competenza sono riusciti a porre in evidenza”