Enogastronomia: Vinovip al Forte, in Versilia sbarca l’enologia d’autore

8

Lucca, 6 giu. (Labitalia) – Dalle Alpi dolomitiche alle Apuane, ovvero da Cortina al litorale di Forte dei Marmi. La storica rivista enologica italiana ‘Civiltà del bere’ si prepara al lancio di un nuovo evento: la ventennale manifestazione VinoVip, che riunisce a Cortina d’Ampezzo negli anni dispari i grandi nomi dell’enologia e produttori emergenti, nell’estate 2018 approda sul lido del Forte. VinoVip, in programma il 18 giugno, non è solo una degustazione, ma una giornata di confronto durante la quale si danno appuntamento nomi di fama internazionale, in una delle mete turistiche più amate. L’evento culminerà con un wine tasting alla Capannina di Franceschi, luogo simbolo dell’estate italiana, che per la prima volta ospiterà una degustazione di vini pregiati.

Il Comune di Forte dei Marmi ha accolto con entusiasmo l’idea di un’edizione di VinoVip al Forte. “Forte dei Marmi – ha dichiarato il sindaco Bruno Murzi – è una realtà unica a livello nazionale: in un territorio di appena 9 km quadrati troviamo ben quattro ristoranti stellati che sono un vanto per la città e per l’amministrazione comunale, che li ha recentemente insigniti con un premio. Anche in virtù di questo, sono particolarmente felice di poter ospitare VinoVip, un prestigioso evento a completamento della tradizione di eccellenza dell’arte culinaria di Forte dei Marmi”.

‘VinoVip al Forte’, quindi, vedrà riunirsi in Versilia il Gotha della produzione vitivinicola tricolore, con aziende top, tra grandi firme – i ‘Protagonisti’ alla Capannina di Franceschi – e una selezione di ‘Challenger’, nuove sfide italiane. L’evento clou della manifestazione, la grande degustazione alla Capannina, sarà inaugurato dall’attrice Stefania Sandrelli, di origini viareggine.

‘VinoVip al Forte’ si aprirà nell’ottecentesca Fondazione Villa Bertelli con il convegno ‘Wine&Money, prospettiva globale’, con relatori di fama internazionale. Seguirà la presentazione del nuovo libro edito da ‘Civiltà del bere’: ‘Manuale di conversazione vinicola’, scritto dal decano dei giornalisti enologici italiani, Cesare Pillon. “E’ un importante appuntamento di approfondimento e riflessione su uno dei più grandi business per l’intera economia italiana. Siamo lieti di aver aperto i nostri spazi a questo evento, grazie al quale accoglieremo 53 cantine, fra le più rinomate del nostro Paese”, ha affermato Ermindo Tucci, presidente della Fondazione Villa Bertelli.

Seguirà una degustazione dedicata alla ‘La riscoperta dei raspi’, ideata e guidata dal giornalista e critico enogastronomico Aldo Fiordelli. I cambiamenti climatici e le annate calde, che rischiano di banalizzare il frutto di alcuni vini, stanno spingendo molte aziende, infatti, a risperimentare vinificazioni a grappolo intero. L’obiettivo è ritrovare una speciale complessità.

La masterclass (al Bistrot Restaurant dalle 15 alle 17) vedrà la presenza di cinque aziende italiane: Stefano Amerighi col suo Apice, Cortona Syrah Doc 2014, Pievalta col San Paolo, Castelli di Jesi Verdicchio Classico Riserva Docg 2015, Il Borghetto col Sangiovese in purezza Bilaccio, Toscana Igt 2015, Weingut Pranzegg con la Schiava Campill, Mitterberg Rosso Igt 2015, la piemontese Burlotto con il cru di Barolo Monvigliero 2014 e I Vigneri con l’Etna Rosso Doc 2016. Chiude l’evento il Grand Tasting della Capannina (dalle 18 alle 22) con i 53 ‘Protagonisti’ di ‘VinoVip al Forte 2018′: sarà l’occasione per assaggiare i vini di aziende che hanno scritto la storia di uno dei prodotti simbolo del made in Italy.