Era un narcotrafficante ma aveva l’incarico di istruire i procedimenti disciplinari degli arbitri di serie A

51
dal sito della Figc

Usciva di casa in tuta mimetica per non essere controllato, ma una sera una pattuglia della finanza lo sorprese con  44 chili di hashish. Dopo tre mesi di carcere ottenne gli arresti domiciliari, da dove svolgeva il ruolo di procuratore  arbitrale. Nel mese di giugno ottenne il riconoscimento di migliore funzionario dell’anno. Era un ufficiale espulso  dall’esercito. Il ministro dello Sport ha chiesto chiarimenti al presidente del CONi Malagò e della Federcalcio  Gravina. È una di quelle assurdità che sembrano uno scherzo e che, invece, possono accadere. Ma solo in Italia. 

Che paese ingrato l’Italia. L’unico leader a non essere eletto è stato Di Maio, che aveva fatto qualcosa per il paese
È un difetto genetico che prima o poi colpisce chiunque. A Craxi tirarono le monetine, come se non fossimo tutti ladri. A Mussolini, che ci tolse dalla miseria, lo appesero a testa in giù. Con Meloni fanno già le prove col manichino  a Bologna. Di Maio istituì il reddito di cittadinanza, il 110% per migliorare le abitazioni e non disperdere il calore, ha  ridotto il numero dei parlamentari di un terzo. Anche se poi ogni iniziativa è stata realizzata male, ha fatto più di  chiunque altro e preso lo zero virgola qualcosa. Forse aveva ragione Mussolini che ci suggeriscono di disprezzare.  

Chissà se è una buona o cattiva iniziativa quella di Giorgia Meloni di portare con sé la figlia al G20 in Indonesia
Certo è un gesto d’amore. Ma qualcuno si chiede se è educativo o non espone la bimba alle attenzioni dei fotografi.  Se lei ha il tempo di occuparsene mentre è impegnata con gli incontri, se provvido toglierla dal suo ambiente per  fare 20 ore di volo ad andare e 20 a tornare in 4 giorni. Che cosa ne pensano le mamme che non possono portare i  figli con sé al lavoro. Se non starebbe meglio con la nonna o le amichette del quartiere. Allora tanto valeva abitare a  Palazzo Chigi e evitare di attraversare Roma. La figlia è mia e la educo come credo, risponde e forse ha ragione. 

Sembra ormai accertato che il missile che ha ucciso due cittadini polacchi al confine con l’Ucraina non sia russo
Dopo tutte le accuse a Putin che hanno preceduto gli accertamenti – lo ha confermato Biden- che figurone farebbe  Zelensky se si scusasse ammettendo che la colpa è anche sua. Il missile era russo, ma, intercettato dalla contraerea  di Kiev, le schegge finirono in territorio polacco. È stato un incidente, inevitabile combattendo. Quindi, Putin, non è  l’aggressore di un paese Nato. Ma se l’Ucraina è costretta solo a difendersi la guerra sarebbe infinita. Prima o poi  Kiev colpirà un sito da dove provengono i missili, cioè in suolo russo. E scoppierebbe la terza guerra mondiale. 

Finalmente Xi e Biden si sono incontrati a Bali, e dopo 3 ore di colloquio e strette di mano non si è concluso nulla
G20 inutile, anzi deleterio. Prima c’era la speranza, ora la certezza che non c’è dialogo. Dopo tante strette di mano e  salamelecchi, Xi, che si dice contro la guerra, non firma il comunicato che biasima l’aggressione all’Ucraina. e si  trascina dietro altri paesi che credono alla fandonia secondo cui a scatenare la guerra furono gli USA. La Turchia,  paese NATO, non accetta le condoglianze degli americani per l’attentato di Istanbul. Li accusano di proteggere i  Curdi. La Corea del Nord continua a fare esperimenti nucleari sul Giappone, ora aspettiamoci l’invasione di Taiwan. 

La condizione perché +Europa appoggi il PD in Lombardia è che della coalizione non faccia parte Conte col M5S
Tante volte si vincesse. Mai nella vita! Tutti assieme potrebbero rovinargli la media delle sconfitte e Letta dovrebbe  andarsene con una vittoria nel curriculum. Sarebbe crudele. Carneade, quel Majorino. È diplomato, come molti sottosegretari. Poi dicono agli altri che non hanno una classe dirigente. Con Carlo Cottarelli, economista di fama mondiale, c’era il rischio di vincere. Nemmeno a parlarne. Una volta c’era almeno la speranza di essere il primo  partito, ora il pericolo di arrivare ultimi. Ma il fondo non è lontano. Un po’ di pazienza, prima o poi ci arriveremo. 

Brava la Presidente del Consiglio che i sondaggi danno addirittura al 30%. Ma non si sgraffignano voti agli alleati
Infatti, il PD scende al 17%, meno del 25 settembre, mentre il M5S lo supera aumentando fino al 20%. Forza Italia  scende di due punti al 6%, come pure la Lega che diminuisce fino all’8%. I voti deve toglierli alla sinistra, non a chi  le è amico. Forse con l’aumento del contante – gli evasori per fortuna sono tanti – Salvini risalirà nei consensi. Un  secolo fa, più aumentavano le restrizioni più saliva la popolarità di Mussolini che, però, forniva a tutte le abitazioni  energia elettrica, acqua corrente e da mangiare. Ora c’è tutto, ma costa caro. Speriamo nelle bollette più leggere.