Erasmus+, istruzione superiore e gioventù: fino a 500mila euro per gli “scambi virtuali”

50

Erasmus+, al via il nuovo Bando che finanzia gli scambi virtuali nei settori dell’istruzione superiore e della gioventù articolato in due topic distinti: Scambi virtuali con i Balcani occidentali (ovvero: Albania, Bosnia e Herzegovina, Kosovo, Montenegro) e Scambi virtuali con specifiche regioni del mondo (Paesi del vicinato orientale – Armenia, Azerbaigian, Bielorussia, Georgia, Moldova, Territorio dell’Ucraina riconosciuto dal diritto internazionale – e Paesi del vicinato meridionale – Algeria, Egitto, Israele, Giordania, Libano, Libia, Marocco, Palestina, Siria, Tunisia – Russia, Africa subsahariana).

Gli scambi virtuali sono attività online people-to-people che promuovono il dialogo interculturale e lo sviluppo di soft skills. Coinvolgono piccoli gruppi di persone e sono moderati da un facilitatore qualificato. Gli scambi dovrebbero essere facilmente inseriti nei progetti giovanili (istruzione non formale) o nei corsi di istruzione superiore.

Beneficiari del bando sono gli Istituti di istruzione superiore e organizzazioni attive nel campo dell’istruzione superiore o della gioventù stabiliti in uno dei Paesi ammissibili: Paesi aderenti al programma (Programme Countries), ovvero Stati UE, incluso PTOM, e Paesi terzi associati ad Erasmus+; Paesi partner del programma (Partner Countries), ovvero Paesi terzi non associati ad Erasmus+.

La sovvenzione UE potrà coprire fino al 95% dei costi ammissibili del progetto per un massimo di 500.000 euro.

I progetti devono essere presentati da un consorzio costituito da almeno 4 soggetti e che coinvolga almeno 2 istituti di istruzione superiore o 2 organizzazioni giovanili di due Paesi aderenti al programma e 2 istituti di istruzione superiore o 2 organizzazioni giovanili di 2 Paesi partner del programma della stessa regione geografica. I progetti proposti devono avere una durata di 36 mesi, indicativamente con inizio ottobre-dicembre 2022. La scadenza per partecipare al bando è fissata al 22 febbraio 2022, ore 17.00.