Erasmus+, la Commissione Ue pubblica l’invito: domande al via dal 5 febbraio

29

A partire dal 5 febbraio si apriranno le candidature per Erasmus+ per qualsiasi organismo, pubblico o privato, attivo nei settori dell’istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport. Possono fare domanda anche gruppi di giovani non formalmente istituiti come organizzazioni giovanili. Insieme all’Invito la Commissione Europea ha pubblicato anche la Guida al programma Erasmus+ in tutte le lingue ufficiali dell’Ue. La Guida fornisce ai candidati dettagli su tutte le opportunità nell’istruzione superiore, istruzione e formazione professionale, istruzione scolastica e istruzione degli adulti, gioventù e sport.
Per presentare un progetto Erasmus+ i richiedenti devono seguire quattro fasi: registrazione di ciascuna organizzazione coinvolta nella domanda; verifica della conformità ai criteri del Programma per l’azione/l’ambito pertinente; verifica delle condizioni finanziarie; compilazione e invio del modulo di candidatura.
Negli ultimi due anni hanno partecipato più di 15.000 scuole. Nel 2020, altre 9000 scuole avranno l’opportunità di partecipare.
Nell’istruzione e formazione professionale, gli investimenti si concentrano su ErasmusPro – opportunità per studenti e apprendisti di trascorrere tra tre mesi e un anno all’estero, sviluppando le loro competenze professionali e linguistiche.