Ercolano, sindaco incontra giovane arbitro aggredito a Pianura

48
In foto Ciro Buonajuto, a sinistra, e Giovanni Nesi
Giovanni Nesi, il giovane arbitro di Ercolano (Napoli) aggredito sabato scorso nella partita Boys Pianurese e Real Grumese, valevole per la sesta giornata del girone A del campionato napoletano di Prima Categoria, è stato ricevuto in Municipio dal sindaco del comune vesuviano Ciro Buonajuto. Questa mattina, alla presenza di una delegazione di arbitri, il primo cittadino ha espresso solidarietà al giovane Nesi condannando il grave episodio: “Quello che è avvenuto non ha niente a che vedere con lo sport” ha detto “Mi auguro che vengano adottati provvedimenti seri, anche estremi come la squalifica a vita, per i responsabili di un’aggressione che poteva avere effetti ben più gravi per un ragazzo che, come tante centinaia in Italia, fa l’arbitro per passione. Lo sport deve essere un veicolo di valori positivi ed è doveroso che a tutti i livelli si intervenga per stroncare sul nascere qualsiasi segnale di violenza”. Sabato pomeriggio, allo stadio Simpatia del quartiere napoletano di Pianura, la partita era giunta al 44 minuto del primo tempo sul risultato di 4 a 0 per i Boys Pianurese. Ad un certo punto l’arbitro è stato aggredito da uno dei giocatori della squadra ospite, perché avrebbe ritardato il cambio che il Real Grumese aveva richiesto.