Ericsson, alta adesione allo sciopero Sindacati chiedono uno stop ai tagli

42

Altissima l’adesione dei lavoratori Ericsson allo sciopero indetto da Slc-Cgil, Fistel-Cisl, Uilcom-Uil e Ugl-Telecomunicazioni oggi. Ben tre i presidi più corposi: a Milano davanti al consolato svedese, a Genova, Roma e Napoli di fronte alle sedi dell’azienda. “Da molto tempo i sindacati chiedono un tavolo di confronto vero con l’azienda che continua invece a comunicare il numero dei lavoratori da licenziare. L’azienda deve smetterla con tale arroganza” così una nota della segreteria nazionale di Slc Cgil.