Esercito Iraq, pronta offensiva su Mosul

47

(ANSA) – BAGHDAD, 5 MAR – Le forze armate irachene “sono pronte a lanciare l’offensiva per strappare Mosul all’Isis”. Lo ha affermato il comandante delle truppe di terra, il generale Riad Jalal Tawfiq, durante una visita a Makhmur, un’ottantina di chilometri in linea d’aria a sud-ovest della città, dove sono state concentrate nelle ultime settimane le forze governative che dovrebbero essere impegnate nell’attacco.
    “La visita – sottolinea il ministero della Difesa in un comunicato – è stata importante per alzare il morale dei combattenti e assicurarsi che siano pronti per l’offensiva, che ora potrebbe scattare in ogni momento”.
    Intanto una fonte del Centro per le operazioni militari congiunte ha detto che i miliziani dello Stato islamico si stanno preparando alla battaglia con il dispiegamento di razzi a lungo raggio e artiglieria pesante in alcuni villaggi del distretto di Qayyara, circa 50 chilometri a sud di Mosul, capoluogo della provincia di Ninive, che dal giugno del 2014 è la ‘capitale’ irachena del Califfato.
   

(ANSA) – BAGHDAD, 5 MAR – Le forze armate irachene “sono pronte a lanciare l’offensiva per strappare Mosul all’Isis”. Lo ha affermato il comandante delle truppe di terra, il generale Riad Jalal Tawfiq, durante una visita a Makhmur, un’ottantina di chilometri in linea d’aria a sud-ovest della città, dove sono state concentrate nelle ultime settimane le forze governative che dovrebbero essere impegnate nell’attacco.
    “La visita – sottolinea il ministero della Difesa in un comunicato – è stata importante per alzare il morale dei combattenti e assicurarsi che siano pronti per l’offensiva, che ora potrebbe scattare in ogni momento”.
    Intanto una fonte del Centro per le operazioni militari congiunte ha detto che i miliziani dello Stato islamico si stanno preparando alla battaglia con il dispiegamento di razzi a lungo raggio e artiglieria pesante in alcuni villaggi del distretto di Qayyara, circa 50 chilometri a sud di Mosul, capoluogo della provincia di Ninive, che dal giugno del 2014 è la ‘capitale’ irachena del Califfato.