Estate 2022, lidi più green grazie a Sammontana e Revet

18

(Adnkronos) –
Sammontana Italia, primo produttore italiano di gelato e leader nella pasticceria surgelata nel nostro Paese, e Revet, azienda specializzata nella raccolta, selezione e trattamento di materiali destinati al riciclaggio che opera prevalentemente in Toscana, hanno presentato, nel corso di un incontro con la stampa locale nella cornice del Camping Ecoresort Le Esperidi, presso Marina di Bibbona, il kit di arredi realizzati con plastica riciclata proveniente da oltre 200 comuni toscani, introdotti presso i lidi partner di Sammontana presenti su tutto il territorio italiano. 

Il progetto con Revet, che ha interessato oltre 200 stabilimenti, contribuisce al percorso di sostenibilità dei partner dell’azienda e rappresenta allo stesso tempo un efficace strumento attraverso cui promuovere tra gli utenti dei lidi e i consumatori una cultura basata sull’importanza del riciclo dei rifiuti e sulla salvaguardia dell’intero ecosistema marino, fondamentale per la salute di tutto il Pianeta. 

L’iniziativa concorre a rafforzare l’impegno di Sammontana verso i propri lidi partner e il progetto ‘Lidi Green’, avviato nel 2018 con la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa e Spinlife e volto a dar vita ad un consumo consapevole di gelato a impatto ambientale ‘compensato’, in termini di emissioni di CO2 eq., nell’intero ciclo di vita. Grazie all’utilizzo di attrezzature e arredi a basso impatto ambientale e la vendita di gelato le cui emissioni sono compensate, ogni lido partner infatti ha modo di contribuire alla salute del Pianeta. Ad oggi, il progetto Lidi Green coinvolge circa 200 partner.  

“La collaborazione con Revet rappresenta il nostro impegno nella ricerca continua di soluzioni innovative e sostenibili in grado di generare benefici per la comunità e il territorio con cui interagiamo, consapevoli del ruolo e della responsabilità che abbiamo ogni giorno nei confronti delle generazioni di domani e del benessere del Pianeta” ha dichiarato Leonardo Bagnoli, Amministratore Delegato di Sammontana. 

Per la realizzazione degli arredi, composti da tavoli, sedie e getta carte, Revet, con il supporto di Rea (Rosignano energia Ambiente), seleziona materiale riciclato e gli imballaggi differenziati nei comuni toscani da ogni cittadino (oltre il 30%), scegliendoli per tipologia di materiale e di colore. Nel caso delle plastiche, la frazione poliolefinica (polipropilene e polietilene alta e bassa qualità) viene riciclata direttamente negli impianti di Revet e trasformata in granuli che hanno le stesse caratteristiche qualitative del materiale vergine e quindi adatti alla creazione di prodotti, come ad esempio gli arredi destinati ai lidi.  

“Questo progetto è la dimostrazione di come l’economia circolare in toscana sia già una realtà. Revet infatti – ha detto l’amministratore delegato Alessia Scappini – è l’unica azienda italiana a coprire l’intera filiera di riciclo delle plastiche: dalla raccolta, alla selezione e al riciclo e fino alla produzione del prodotto finale del granulo, che poi altre aziende, orientate alla sostenibilità come Sammontana, possono utilizzare per stampare i loro prodotti. E tutto questo è stato reso possibile anche da un intenso lavoro di ricerca e sviluppo da parte nostra per mettere a punto la miscela di granuli più adatta all’oggetto finale: la possibilità di adattare la miscela è infatti un altro dei valori aggiunti del nostro granulo”.