“EstateINPSieme”, 23mila borse di studio fino a 2mila euro

91

C’è tempo fino al 2 marzo per partecipare a “EstateINPSieme”, bando che assegna una borsa di studio a figli di dipendenti e pensionati pubblici, ai figli di iscritti alla Gestione Fondo Ipost e ai figli di assistiti IPA che vogliono frequentare un corso di lingua all’estero durante le vacanze estive. Sono infatti più di 23.000 le borse di studio, di un valore massimo fino a 2.000 euro, messe a disposizione per i figli di dipendenti e pensionati pubblici che vogliono imparare una lingua straniera in un paese europeo o extra europeo.

Una volta vinto il bando EstateINPSieme, Wep – organizzazione internazionale che promuove scambi linguistici e educativi per ragazzi – è tra le realtà a cui è possibile rivolgersi per l’organizzazione della vacanza studio. Il contributo, che si rivolge agli studenti delle scuole superiori, consentendo di coprire quasi totalmente il costo del corso, è un concreto incentivo alla mobilitazione e alla crescita culturale degli studenti.

Per richiedere il contributo occorrerà effettuare la registrazione telematica per ottenere il Pin dispositivo e inviare la richiesta di partecipazione direttamente dal sito dell’Inps con la documentazione apposita, come specificato sul bando, entro il 2 marzo.

Entro il 26 marzo verrà pubblicato l’elenco dei vincitori e degli ammessi con riserva, sempre sul sito www.inps.it.

SCARICA IL BANDO
https://www.wep.it/bandi-inps-2018.