Estra si espande al Sud e rileva Coopgas

104

La multiutility Estra Spa firma con la cooperativa Cpl Concordia un contratto per l’acquisizione del 100 per cento della società Coopgas srl. Attiva nella vendita di gas naturale, energia elettrica, Coopgas ha la sede principale in provincia di Modena e conta quasi 50mila clienti. Gestisce 45.500 clienti gas per la quasi totalità distribuiti in Campania, Calabria e Sicilia. Nel 2014 ha venduto 72 milioni di metri cubi di gas naturale con ricavi per 38,4 milioni di euro. A questi si aggiungono ricavi per 2,5 milioni di euro derivanti dalla vendita di energia elettrica per un totale di 14,5 Gwh. Estra acquisisce così anche la struttura commerciale di Coopgas, caratterizzata da una estesa rete di sportelli in tutta Italia: 6 in Campania, 4 in Sicilia e 4 in Calabria, rafforzando la sua presenza su tutto il territorio nazionale. Dal punto di vista occupazionale nessun contraccolpo: passeranno ad Estra anche i diciannove dipendenti attuali di Coopgas. Cambai invece la governance, Fabio Cannari è nominato presidente e Francesco Verniani amministratore delegato. “L’operazione Coopgas è un passo importante nell’attuazione della strategia di crescita che abbiamo delineato nel piano industriale triennale, commenta Alessandro Piazzi (nella foto), amministratore delegato di Estra. L’obiettivo è quello di consolidare la nostra posizione di multiutility di livello nazionale e di giocare un ruolo di primario soggetto aggregatore nel mercato energetico. Da oggi non solo diventiamo più grandi ma possiamo penetrare con ancora maggiore efficacia il mercato del Sud Italia, potendo far leva su un nuovo e significativo portfolio clienti”.

Verso la holding
Oggi i numeri complessivi del gruppo Estra, nel settore della vendita di gas ed energia, registrano un miliardo e 300 milioni di mc di gas venduto e 700mila clienti serviti dalle società controllate o partecipate. Il percorso di consolidamento e aggregazione di Estra è iniziato da qualche anno e ha visto la multitutility chiudere importanti operazioni. Tra queste la partnership tra Estra (45 per cento) e Multiservizi di Ancona (55 per cento), grazie alla quale nel 2014 è nata una nuova società, Edma (Energia del Medio Adriatico), per la vendita e la distribuzione del gas naturale nel Centro Italia. Nel 2015, Estra Energie si è aggiudicata la gara per l’acquisizione del 100 per cento del capitale di Vea Energia Ambiente, gruppo attivo in provincia di Lucca con circa 9mila clienti e quella relativa al controllo (79,95 per cento) del capitale di Gas Tronto, azienda di vendita gas di Ascoli Piceno che conta circa 12mila clienti. Tra le ultime operazioni l’aumento delle quote detenute in Gergas, società per la distribuzione del gas a Grosseto salite fino al 79,93 per cento.

Previsioni rosee
Estra chiude l’esercizio 2014 con un utile consolidato netto di 10,2 milioni di euro, raddoppiando quello del 2013 (5 milioni di euro), con ricavi pari a 745,6 milioni di euro, in crescita del 5 per cento rispetto al 2013 (708,3 milioni). In miglioramento l’Ebit a 34,7 milioni (erano 26 milioni nel 2013), sostanzialmente stabile il Mol (58,2 milioni nel 2014, 59,4 nel 2013). Per l’esercizio 2015, a fronte di una crescita del fatturato del 10 per cento, è atteso un incremento del Mol intorno ai 60 milioni di euro.