Euro Under 21, azzurri ko 3-1 con Repubblica Ceca. Semifinale si allontana

24

Tychy, 21 giu. – (AdnKronos) – Si complica maledettamente il cammino dell’Italia all’Europeo Under 21. Gli azzurrini perdono 3-1 contro la Repubblica Ceca e ora saranno obbligati a battere sabato la Germania per sperare di arrivare in semifinale ma contro i tedeschi anche i tre punti potrebbero non essere sufficienti. Prova deludente dei ragazzi di Di Biagio che si sciolgono nel finale dopo un match tutto in salita ma che erano riusciti a raddrizzare trovando al 25′ della ripresa il gol dell’illusorio 1-1 con Berardi.

La prima occasione del match è azzurra: Pellegrini ci prova con il sinistro ma viene chiuso da Havel, la palla arriva a Bernardeschi che può calciare un rigore in movimento ma la conclusione di sinistro è centrale e Zima respinge. Al 24′ però passa la Repubblica Ceca, Rugani scivola sulla spizzata di Schick e regala campo a Travnik, il capitano ceco avanza e dal limite dell’area batte a rete di destro superando un non irreprensibile Donnarumma. Un minuto dopo Berardi prova a rispondere con una punizione da 30 metri che termine a lato non di molto.

Alla mezz’ora Schick crea scompiglio nella metà campo azzurra. Il centravanti ceco raccoglie un rimpallo, entra in area e batte a rete di sinistro: Donnarumma blocca in due tempi. Al 34′ Petagna sfiora il pareggio ma il suo destro rasoterra esce a lato di un soffio. Al 40′ ci prova Bernardeschi con un sinistro da fuori area sul quale è bravo Zima a respingere di pugno.

L’avvio di ripresa è un monologo azzurro ma prima Berardi al 7′ poi Bernardeschi al 11′ si fanno ipnotizzare da Zima. Al 17′ l’attaccante del Sassuolo pericoloso su punizione e ancora il portiere di proprietà del Genoa a respingere. Il meritato pareggio arriva però al 25′: lancio lungo di Cataldi per Berardi che prima calcia malamente da due passi addosso al portiere ma poi sulla respinta è bravo a insaccare di testa. Alla mezz’ora i ragazzi di Di Biagio sprecano l’occasione per ribaltare il match: Berardi lancia bene Petagna in area ma l’atalantino spreca tutto mandando alto un pallonetto sull’uscita di Zima.

Al 34′ arriva la doccia fredda con il gol di Havlik che riporta in vantaggio i cechi con un preciso destro rasoterra che batte l’incolpevole Donnarumma. Passano altri 5′ e arriva anche il gol di Luftner, Il difensore centrale ruba palla e tira una gran botta da 30 metri, che si insacca alla sinistra del portiere rossonero. L’Italia non riesce più a reagire e il match scorre senza ulteriori sussulti fino al termine.