Eventi, Capri ospita “Delitto in Certosa”

28

di Marco Milano

“Segreti e Misteri nel Tempo” ospitati nel complesso monumentale più famoso dell’isola azzurra. Martedì sera (22 settembre ore 20) alla Certosa di San Giacomo andrà in onda un evento di “Daedalus Capri Maze” a cura dell’associazione culturale “Ápeiron”. Un tour ludico-culturale con il quale sarà possibile andare alla scoperta in modo originale del sito certosino, pezzo pregiato della storia e della cultura della terra dei Faraglioni. “Delitto in Certosa”, prevede un’accoglienza all’ingresso con la spiegazione del “gioco”. Lo spettacolo coinvolgerà quasi la totalità degli ambienti della Certosa e i partecipanti interagiranno con gli attori, secondo una sequenza di scene, che andrà dal viale di accesso alla Certosa, alla Cappella delle donne, e poi la Chiesa, il Chiostro grande, il Chiostro piccolo, il Quarto del Priore, il Giardino del Priore, il Museo Diefenbach. “Il partecipante non risulterà essere un semplice osservatore del museo – spiegano gli organizzatori – ma assumerà il ruolo attivo di ricercatore, investigatore e protagonista. Il contesto è teatralizzato ed interattivo, grazie al coinvolgimento di attori che accompagneranno il pubblico durante l’intera serata”. Obiettivo del “gioco” sarà quello di raggiungere, attraverso la risoluzione di piccoli enigmi, i vari checkpoint presenti nel complesso museale. I partecipanti interagendo con gli attori diventeranno essi stessi protagonisti della storia che lentamente si svelerà. Il gioco termina con il raggiungimento dell’ultimo checkpoint. “La storia interattiva è basata su fatti storici realmente accaduti – spiegano da Daedalus Capri Maze e dall’associazione Ápeiron – questi ultimi verranno aggiunti elementi di fantasia atti alla realizzazione dell’opera. Il Virgilio dell’avventura sarà una rappresentazione del Conte Giacomo Arcucci, gran Camerario della regina Giovanna I d Angiò e fondatore nella seconda metà del 300’ della struttura. Il punto di partenza è il 1371, la nascita del suo primogenito conseguenziale al voto di costruire un monastero nel momento in cui fosse divenuto padre. Da questo momento in poi il partecipante sarà catapultato in un viaggio nel tempo e nella storia, passando dalle incursioni dei pirati del 500’ alla ricostruzione ad opera dei certosini con l’ampliamento del plesso. Ci si soffermerà sullo stile di vita dei monaci tra granai, laboratori e clausura per poi giungere all’epoca del dominio francese con il sito che divenne un ospedale prima e una caserma poi. Il viaggio proseguirà negli ultimi anni del 1800 con la Certosa trasformata in colonia penale per militari ed anarchici fino al restauro del Soprintendente Gino Chierici ed alle sale destinate ad ospitare la biblioteca comunale e le opere di Karl Wilhelm Diefenbach. Ogni fase sarà rappresentata attraverso i protagonisti, le diverse zone ed i propri misteri per giungere, seguendo un filo conduttore, alla risoluzione del caso”.
I partecipanti potranno decidere di riunirsi in piccole squadre o come giocatori singoli. Saranno muniti di penna e carta per poter segnare le informazioni ottenute e ricostruire la trama principale con tutti i suoi elementi. Appuntamento, dunque, a martedì 22 settembre alle ore 20 alla Certosa di San Giacomo per la prima de “Delitto in Certosa – Segreti e Misteri nel Tempo”.