Eventi, musica e diritto per i 40 anni dell’associazione italiana del Corpo Prefettizio

23

Musica e diritto per festeggiare i 40 anni dell’associazione nazionale del Corpo Prefettizio italiano. L’Anfaci, l’associazione nazionale dei funzionari dell’amministrazione civile dell’interno ha scelto Napoli per le celebrazioni del quarantennale della sua nascita.
Venerdì 15 Giugno alle ore 16.30 il primo appuntamento della giornata sarà all’Università Suor Orsola Benincasa, sede dell’unica Facoltà di Giurisprudenza a numero programmato del Mezzogiorno che proprio quest’anno festeggia il suo ventennale. Al centro della conferenza (ad ingresso libero) ospitata dalla storica Sala degli Angeli del Suor Orsola ci sarà il rapporto tra “Pubblica Amministrazione e Costituzione” con particolare riguardo ai temi dell’innovazione digitale e alle nuove sfide che attendono le pubbliche amministrazioni del Paese a 70 anni dall’entrata in vigore della Carta Costituzionale.
L’incontro sarà aperto dal prefetto Bruno Frattasi, presidente dell’Anfaci e Capo del Dipartimento dei Vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile presso il Ministero dell’Interno, dal Rettore del Suor Orsola, Lucio d’Alessandro e dal presidente dell’Ordine degli Avvocati di Napoli, Maurizio Bianco.
Il dibattito sarà aperto dalla lectio magistralis del presidente emerito della Corte Costituzionale, Francesco Paolo Casavola, dedicata al tema “Pubblica amministrazione tra Nazione e globalizzazione”. Al tavolo della discussione ci saranno il magistrato Carlo Deodato, presidente di sezione del Consiglio di Stato, Giovanna De Minico, docente di Diritto Costituzionale all’Università degli Studi di Napoli Federico II e il prefetto di Napoli, Carmela Pagano.
“Sarà una riflessione in una chiave storico politica – anticipa Frattasi – finalizzata a porre in risalto la perdurante valenza e attualità del messaggio costituzionale che indica in un’Amministrazione imparziale e trasparente, al servizio della Nazione e del cittadino, un imprescindibile baluardo repubblicano”.
In serata a partire dalle 20 al Teatrino di Corte di Palazzo Reale (con ingresso ad inviti) un concerto di Massimo Ranieri sarà l’occasione per festeggiare in musica i 40 anni dell’Anfaci, nata nel 1978 per valorizzare il patrimonio culturale del Corpo Prefettizio italiano, nonché le tradizioni e il consolidato impegno che i Funzionari ad esso appartenenti profondono per perseguire il bene collettivo e l’intesse nazionale nel rispetto delle diversificate esigenze dei territori.
Il concerto sarà un omaggio a Napoli ed alla sua tradizione musicale grazie alla scaletta della “Malia napoletana”, l’ultimo grande successo teatrale di Massimo Ranieri che celebra le migliori canzoni napoletane del dopoguerra (1950-1960) da “Anema e Core” a “O Sarracino”. “La canzone napoletana degli anni Cinquanta – anticipa Pasquale Scialò, docente di Storia della Musica al Suor Orsola e curatore dell’introduzione al concerto di Massimo Ranieri – riflette un periodo innovativo e in continua trasformazione dove elementi tradizionali convivono o si integrano con quelli con un nuovo profilo, spesso adottando il sottile e critico strumento dell’ironia, come in Tu vuo’ fa l’americano di Renato Carosone”.