Ex Laterificio Moccia, nascono due nuove cooperative grazie al “Worker Byout”

137
In foto Sonia Palmeri, assessore al Lavoro della Regione Campania

Nuovo percorso professionale per i lavoratori dell’ex Laterificio Moccia di Montesarchio (Benevento). I dipendenti dello stabilimento sannita, utilizzando una misura della Regione, la “Worker Byout”, che finanzia ciascuna idea progettuale fino a 300 mila euro, si sono infatti organizzati in due distinte cooperative di lavoro. A darne notizia e’ l’assessore al lavoro della Regione Campania, Sonia Palmeri. “Sono nate – precisa l’assessore – due idee d’impresa, la prima di produzione di materiali di bioedilizia di canapa e argilla assolutamente rivoluzionario, il secondo di produzione di vasi tipici di Montesarchio, accompagnati da una scuola di recupero dei vecchi mestieri”. “Oggi in questo sito – aggiunge l’assessore Palmeri – c’e’ gioia e c’e’ tanto coraggio. Comincia una nuova avventura per tanti lavoratori e per le loro famiglie a cui formulo i miei piu’ affettuosi auguri. E voglio ricordare che come in questo caso, la Regione Campania con le sue misure sta contribuendo sempre di piu’ ad accrescere sviluppo e occupazione”. Il Laterificio Moccia era chiuso dall’ottobre del 2018, quando cesso’ le attività.