Expo Dubai, nuova call internazionale: caccia alle best practice di sviluppo post-Covid

84

Il Global Best Practice Programme di Expo 2020 Dubai lancia una call internazionale per individuare progetti, iniziative e soluzioni innovative in una edizione speciale Covid 19. La call, chiarisce una nota, mira a promuovere le migliori pratiche nazionali da valorizzare e replicare su scala globale: saranno premiate soluzioni semplici ma di grande impatto volti ad implementare gli obbiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda Onu 2030; progetti che si propongono di fornire risposte concrete alle più grandi sfide attuali dell’umanità. Possono presentare la propria candidatura singoli individui, Ong, Fondazioni, imprese sociali, cooperative, start-up, operatori sanitari, imprese, governi e organizzazioni internazionali.
I temi di partecipazione, prosegue la nota, riguardano cinque aree strategiche: salute e benessere – soluzioni innovative sull’erogazione di assistenza sanitaria integrata e meccanismi sanitari mobili; acqua, servizi igienico-sanitari e igiene; istruzione e nuove competenze multidisciplinari; lavoro – le proposte dovranno identificare soluzioni che supportano la creazione di nuove imprese, promuovono opportunità di lavoro e reddito, maggiore inclusione delle donne, maggiore competitività di prodotti e servizi e un migliore accesso al mercato; digitalizzazione e intelligenza artificiale (AI), robotica e Internet of Things (IoT), telerilevamento e tecnologia geospaziale al servizio del climate change e per la biodiversità, modelli idrica e l’incidenza delle malattie; app di tracciamento e tracciabilità per Covid-19 etc. Le iscrizioni al programma vengono accettate tramite il portale di Expo 2020 con scadenza fino al 31 dicembre 2020. Le migliori pratiche selezionate saranno annunciate nell’aprile 2021. I progetti vincitori saranno protagonisti di una mostra dedicata organizzata da Expo 2020 Dubai durante il semestre dell’Esposizione Universale.