Export, a Piano di Sorrento nasce Italian Forum: 110 aziende insieme per sostenere i marchi del Belpaese

45
Una grande alleanza tra soggetti privati e pubblici per promuovere il made in Italy e per creare un supporto nell’analisi e nella ricerca di soluzioni per le aziende che sono già sui mercati esteri e per quelle che decidono di intraprendere la via dell’export. Nasce con questo obiettivo l’Italian Export Forum, in corso a Piano di Sorrento fino a domani. Al progetto hanno aderito il ministero degli affari Esteri attraverso la Direzione Sistema Paese, Confindustria, Cna, l’ambasciata d’Italia in Qatar. 110 aziende italiane, rappresentate da 50 top manager, sono presenti al Forum promosso da Sace Simest del Gruppo Cdp, supportato dall’Istituto per gli Studi di Politica Internazionale, Deloitte, ed Edelman. La scelta di partire dalla Campania non è casuale. È la regione che esporta di più nel Mezzogiorno, con una crescita dell’export del 6,5% registrata nel primo trimestre 2019, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Una quota importante dei 463 miliardi di euro prodotti dall’export nel 2018, dove il settore food è il più dinamico, con un valore del 7% sull’intero export italiano e un tasso di crescita del 70% registrato negli ultimi anni, anche a dispetto della crisi economica. Il Forum punta ad aiutare le aziende italiane a migliorare la penetrazione del Made in Italy sui mercati, non soltanto grazie a un evento annuale di confronto, ma anche con l’istituzione di un osservatorio permanente e di una piattaforma web di scambio virtuale.
“L’export è un settore strategico e trainante per l’economia italiana ma nel nostro paese – sottolinea il presidente dell’Italian Export Forum, Lorenzo Zurino – manca attualmente un momento di confronto dal respiro nazionale tra soggetti pubblici e privati, italiani e internazionali, per analizzare i problemi e indicare soluzioni concrete legate alla promozione delle aziende italiane all’estero. L’Italian Export Forum è nato per colmare questo vuoto”. È stata già programmata l’edizione 2020, che avrà una sessione speciale a New York per aiutare le aziende italiane a crescere negli Usa. “L’Italia è la seconda manifattura d’Europa dopo la Germania ed esporta beni e servizi in tutto il mondo per complessivi 550 miliardi di euro – sottolinea il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia – fare un punto su un fenomeno così importante per l’economia del Paese è molto utile e per questo guardiamo con favore alla nascita dell’Italian Export Forum e all’avvio della sua prima edizione a Sorrento”.