F1, Philip Morris International e Ferrari insieme fino al 2021

27

Losanna, 20 feb. (AdnKronos) – Philip Morris International Inc. (Pmi) e la Scuderia Ferrari hanno prolungato la loro collaborazione fino al 2021. Una collaborazione riuscita che dura da oltre 40 anni e che, a partire da oggi, sarà esclusivamente mirata a portare avanti la causa di un mondo senza fumo, un mondo in cui tutti coloro che altrimenti continuerebbero a fumare passino dalla forma più pericolosa di consumo di nicotina, la sigaretta, ad alternative senza fumo potenzialmente meno dannose.

“Vogliamo dare agli oltre 1 miliardo di uomini e donne che fumano nel mondo l’occasione di operare scelte migliori e più informate. Intendiamo sfruttare tutte le risorse disponibili, comprese le nostre attività legate all’automobilismo, per stimolare l’attenzione verso questo cambiamento rivoluzionario a vantaggio dei fumatori, della salute pubblica e della società nel suo complesso. Apprezziamo molto il sostegno della Scuderia Ferrari per questa causa”, ha affermato A. Calantzopoulos, ceo di Pmi.

È di fondamentale importanza sensibilizzare la popolazione globale verso le opportunità offerte da innovazione, scienza e tecnologia per arrivare a un mondo senza fumo. Oltre all’impegno incrollabile di Pmi verso questo obiettivo, è essenziale che i governi, gli esperti di salute pubblica, la comunità scientifica e la società civile accolgano la sfida e contribuiscano a realizzare un piano normativo appropriato. Lo meritano veramente tutti gli uomini e le donne che fumano e coloro che li hanno a cuore.

La Scuderia Ferrari è il partner perfetto per affrontare questa sfida, poiché unisce uno spirito pionieristico alla tecnologia e all’innovazione nel perseguire senza sosta grandi ambizioni. Il piano non prevede alcuna comunicazione di brand; ulteriori dettagli saranno annunciati nei prossimi mesi.

La combustione del tabacco genera fumo e la stragrande maggioranza delle sostanze tossiche normalmente associate alle malattie fumo-correlate. Philip Morris International Inc. ha già investito circa 4,5 miliardi di dollari per sviluppare e dare un fondamento scientifico a una vasta gamma di prodotti senza fumo. Nel 2017, a soli due anni dall’inizio della commercializzazione, quasi il 40% dell’investimento commerciale mondiale è stato dedicato a questi innovativi prodotti.

Pmi è fiero di rilevare come in un così breve periodo quasi 5 milioni di persone, secondo le nostre stime, abbiano già smesso di fumare e siano passati al più avanzato dei nostri prodotti senza fumo. La ambizione nel breve periodo è che almeno uno su tre dei nostri consumatori, 40 milioni tra uomini e donne, facciano altrettanto entro il 2025. Con un adeguato sostegno normativo, per allora il numero potrebbe essere molto più elevato.