Fabbrica Intelligente, call for innovation: matching tra aziende e startup

70

Favorire il matching tra aziende consolidate e startup per disegnare il futuro dell’industria italiana attraverso lo sviluppo di sperimentazioni tecnologiche sempre più all’ avanguardia: con questo obiettivo, Cluster Fabbrica Intelligente, che aggrega i principali portatori d’interessi del manifatturiero avanzato (associazioni, università e centri di ricerca, Regioni) e SkipsoLabs, società che fornisce servizi di advisor e piattaforme tecnologiche per la creazione di ecosistemi virtuosi, lanciano la call “Cluster Crowd Open Innovation” per definire startup con cui avviare nuove partnership strategiche. Il progetto, lanciato nell’ottobre scorso, ha coinvolto non solo i rappresentanti del Cluster, ma anche più di 700 associati, università e partner, investigando le loro necessità di innovazione attivabili al di fuori dalla filiera tradizionale. Il Cluster Fabbrica Intelligente è l’unico tavolo al quale siedono tutti i portatori di interesse del manifatturiero avanzato: aziende, associazioni, Università e centri di ricerca, Regioni.
E’ nato nel 2012 da un bando del ministero dell’Università e della Ricerca per la costituzione di cluster tecnologici in Italia, ed è diventato operativo nel 2014.
Nel 2017 il ministero dello sviluppo economico affida al Cluster il compito di supportare la selezione dei primi Lighthouse Plant, fabbriche eccellenti già operative e “pronte” a development un progetto articolato e innovativo per diventare smart factory, attraverso l’utilizzo delle tecnologie indirizzate dal Piano Industria 4.0 tra le quali big data, IoT e intelligenza artificiale, anche per abilitare nuovi modelli di business, l’integrazione della filiera e il coinvolgimento del mondo dell’Open Innovation. Ansaldo Energia, Tenova-Ori Martin, Abb, Hitachi Rail, Hsd e Wartsila Italia sono i primi quattro Lighthouse operativi. I Lighthouse Plant sono un modello di fabbrica 4. 0 che svolge la funzione di “dimostratore” della trasformazione digitale di fabbriche di grandi dimensioni. Anche per questa finalità sono stati previsti contributi economici del Ministero dello sviluppo economico e delle Regioni di appartenenza. L’altro compito importante del Cluster Fabbrica Intelligente è la redazione della Roadmap per l’Innovazione tecnologica: uno studio dettagliato sulle aree di evoluzione del manifatturiero in futuro, offerto ai decisori politici perché lo utilizzino come base concettuale e scientifica per elaborare politiche industriali ed eventualmente bandi di finanziamento. Presidente del Cluster Fabbrica Intelligente è Luca Manuelli, cdo di Ansaldo Energia e CEO di Ansaldo Nucleare – mentre il comitato scientifico è guidato da Tullio Tolio, professore ordinario al Politecnico di Milano.
La call for innovation identificherà gli innovatori nazionali che possono rivelarsi strategici per i membri del Cluster nelle aree: Miglioramento dell’interazione tra sistemi e operatori; sostenibilità dei processi manifatturieri; evoluzione della cooperazione delle filiere. In una prima fase, sono stati organizzati due workshop coordinati da Paolo Dondo, direttore tecnico di Mesap e membro dell’Organo di controllo e di governo del Cluster, e da Guido Colombo, ceo di Orchestra e membro dei Gruppi Tematici Tecnico-Scientifici del Cluster . Tra i numerosi partecipanti, diverse le aziende associate al Cluster, tra cui: Siemens, Dassault, Bosch VIT, HSD, Nokia, Vibram, Autodesk, Cosberg, Oracle, i cluster Comet, HIT, Marche Manufacturing e Veneto Innovazione, il Politecnico di Bari , il CNR ed Entopan. Lo step successivo ha portato alla condivisione di un’Innovation Survey condiviso con tutti gli associati, e ha visto tra i partecipanti più attivi Whirlpool, Tenova, Biesse, Streparava, HSD e Fameccanica.
Ogni startup sarà valutata per la fase di match-making. Le startup ritenute prioritarie per almeno una delle aziende o dei partner del Cluster verranno messe direttamente in contatto con l’azienda. SkipsoLabs, che supporta la creazione di ecosistemi di innovazione in tutto il mondo, permette un Cluster Fabbrica Intelligente di semplificare la gestione delle nuove opportunità di innovazione. Inoltre, la piattaforma tecnologica proprietaria – https://innovation.fabbricaintelligente.it -, ha permesso e permetterà di centralizzare i processi, rendendo più agile il matching e la collaborazione tra azienda manifatturiera e solutori innovativi. Le startup inviate alla propria candidatura sulla piattaforma entro il 30 gennaio. I candidati saranno valutati da rappresentanti delle aziende associate, del Cluster e di SkipsoLabs. I progetti più strategici verranno presentati al Cluster tra febbraio e marzo.