Falerno Fest 2018, a Falciano del Massico la XX edizione della Festa del Vino

347

Presso l’Enoteca provinciale in via Cesare Battisti a Caserta è stato presentato l’evento “Falerno Fest 2018 – XX edizione della Festa del Vino”, in programma a Falciano del Massico il 5-6-7 Ottobre. Alla conferenza sono intervenuti: il presidente della Camera di Commercio, Tommaso De Simone; il presidente della Commissione Terra dei Fuochi del Consiglio regionale della Campania, Gianpiero Zinzi; il sindaco di Falciano del Massico, Erasmo Fava; il consigliere comunale Giuseppe De Santis e il sommelier Salvatore Landolfo.
“Si tratta – spiega De Simone – di un’importante iniziativa che consente di far conoscere le nostre eccellenze come il Falerno: un vino antico che oggi ancora una volta si trova al centro dell’attenzione grazie a questa manifestazione che ci dà la possibilità di rappresentare la nostra terra al meglio con grandi produttori di eccellenze”. “Il Falerno Fest non è semplicemente un momento di aggregazione – dice il consigliere regionale Gianpiero Zinzi – ma un evento di grande promozione territoriale. Per questo sono lieto che il progetto sia stato valutato positivamente dalla Regione Campania con l’attribuzione di un finanziamento che rappresenta un sostegno concreto per superare i pregiudizi che spesso subiamo come territorio. Questa presentazione si inserisce nell’ambito della battaglia che conduco da anni ormai in difesa delle nostre eccellenze, una battaglia che ha portato anche alla proposta di legge sui valori di fondo a tutela dell’agricoltura e dei nostri prodotti. Si tratta di un utile strumento normativo che il settore attende da anni. Al momento è ferma in Consiglio regionale, mi auguro che sia presto discussa e approvata”. “Il nostro è un territorio sano – aggiunge il sindaco Erasmo Fava – ed i nostri prodotti sono eccellenze da valorizzare. Questa deve essere la prima battaglia da combattere e deve vederci tutti uniti. Siamo lieti che la Regione Campania abbia premiato il nostro progetto valutandolo come primo nell’ambito della provincia di Caserta e quinto a livello regionale. Il finanziamento ottenuto è un riconoscimento al lavoro svolto ed uno sprone a portare avanti il nostro marchio”. “Questa sarà la festa di tutto il territorio del Falerno. Da due anni – dice il consigliere comunale delegato agli eventi, Giuseppe De Santis – abbiamo cambiato impostazione all’evento allargando il nostro ragionamento al di fuori dai soliti confini. Facciamo pubblicamente un invito alle altre Amministrazioni comunali ad intraprendere con noi un percorso di crescita del Falerno che può diventare il vero volano della nostra area”. “La nostra missione è duplice: tutelare il produttore ed il consumatore. Il Falerno – spiega il sommelier Salvatore Landolfo – ha una peculiarità singolare che risiede nella diversità dell’uva utilizzata. Questa peculiarità è la forza del territorio ed è quella su cui bisogna puntare. Altra fortuna del nostro territorio sta nella presenza di tanti giovani e competenti enologi”. Le cantine che aderiscono al Falerno Fest 2018 sono: Papa, Regina Viarum, Zannini e Santoro (per l’areale di Falciano del Massico); Bianchini Rossetti, Pagano, Nugnes e Trabucco (per l’areale di Carinola); cantina Mojo e cantina Falerno (areale di Mondragone); Villa Matilde (territorio di Cellole).