Famiglia e denatalità, Ciarambino: Bene annuncio De Luca, ora in Campania gli Stati regionali della natalità

39
in foto Valeria Ciarambino (fonte foto Imagoeconomica)

«Apprendo dal presidente De Luca la volontà di dare vita ad una legge regionale sul sostegno alla famiglia e sul contrasto alla denatalità, e ciò mi trova pienamente d’accordo su un tema tanto saliente, che dovrebbe rappresentare un’urgenza per tutte le forze politiche a tutti i livelli istituzionali. Sono trascorsi ben 3 anni da quando ho depositato in Consiglio regionale una mia proposta di legge su questo tema, predisposta ad esito di interlocuzioni con le associazioni e con la Conferenza Episcopale Campana – precisa Valeria Ciarambino, Vicepresidente del Consiglio regionale e componente del Gruppo Misto –  con il preciso intento di realizzare in Campania un sistema di interventi strutturali a sostegno della famiglia e della natalità, nonché della conciliazione tra famiglia e lavoro, perché una donna nella nostra regione non sia più costretta a scegliere se essere madre o lavorare. La famiglia deve essere una priorità della politica regionale tutta e non un tema relegato all’interno di steccati ideologici, se è vero che i figli rappresentano il principale investimento per una regione come la Campania, che sta vivendo una vera e propria emorragia di futuro, con una popolazione in costante diminuzione. Condivido le parole di Gigi De Palo, ideatore degli Stati generali della natalità a livello nazionale, quando afferma che “la politica, invece di fare appelli, dovrebbe mettere tutte le donne e gli uomini nella condizione di poter scegliere liberamente se mettere al mondo o meno un figlio. Basterebbe questo per far ripartire la natalità”, e al presidente De Luca lancio una proposta: organizziamo anche in Campania gli Stati regionali della natalità, per porre questo tema al centro dell’agenda politica», conclude Ciarambino.