Fase 2, De Luca tuona: La Campania non ha firmato l’intesa Stato-Regioni

67

“La Campania non è d’accordo e non ha sottoscritto l’intesa Stato-Regioni che alcuni media presentano come condivisa all’unanimità”. Così il governatore Vincenzo De Luca a ‘Mezz’ora in più’ su RaiTre. “Su alcune norme di sicurezza generale deve pronunciarsi il ministero della Salute, non è possibile che il Governo scarichi opportunisticamente tutte le decisioni sulle Regioni. Non è accettabile”.

Quanto alle preoccupazioni espresse dal presidente di Federalberghi nel corso della puntata il governatore campano Vincenzo De Luca ha detto: “Ha pienamente ragione Bernabò Bocca sul clima di confusione che c’è in Italia, basti pensare che siamo a domenica pomeriggio e ancora non c’è il testo ufficiale del Dpcm per le riaperture di lunedì mattina”. La Campania, spiega De Luca, ha preferito rinviare il via libera alla ristorazione di tre giorni, “il tempo necessario per avere una interlocuzione seria con le categorie economiche e dare il tempo per le sanificazioni o per procurarsi elementi necessari alle riaperture, come i pannelli divisori”. Via libera dunque per queste attività (nel servizio al tavolo, quello da asporto era già possibile ad esempio per le pizzerie) solo giovedì 21 maggio, in Campania.