Fase 2: ristoratore, ‘mai visto i 600 euro ma pago tasse, Stato si vergogni’

22

Milano, 16 mag. (Adnkronos) – “Questa crisi coinvolge tutti, nessuno ha visto i 600 euro, per questo ci fanno riaprire ma l’apertura a metà servizio è una presa in giro. I nostri dipendenti contribuiscono al successo delle nostre attività, ma siamo costretti a licenziarli perché ci chiedono le tasse presenti, passate e future. Ogni giorno ci prendiamo cura delle nostre attività, ma dove è lo Stato? Vergogna”. Così un giovane commerciante interviene da piazza Duomo a Milano contro le misure prese dal governo per le riaperture delle attività commerciali.